Lavoro maglia

autoproduzione abbigliamento cotone ferri hobby lana maglia uncinetto

don_chisciotte don_chisciotte 13 ottobre 2014 — Quando ero bambino mia madre mi faceva delle maglie bellissime lavorando ai ferri. Aveva delle riviste che le spiegavano come fare e con le amiche si trasmettevano le loro conoscenze. Ricordo la fremente attesa del "prodotto finito" che prendeva forma giorno dopo giorno. Per chi ha tempo da dedicare e passione non sarebbe bello riscoprire questa attivita' imparando il lavoro a maglia (e uncinetto)? Penso ci siano anche dei vantaggi ambientali e principi etici in questa attivita' (vedi inquinamento e sfruttamento di manodopera a basso costo da parte delle multinazionali etc...), che ne dite?...o sono un po' troppo nostalgico?

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

"Servono nidi fatti a maglia": riporto questa notizia/appello perché è troppo carina come idea anche se di difficile realizzazione, a meno che non venga fatta un'azione di gruppo come viene suggerito alla fine dell'articolo stesso greenme.it

frabarenghi
frabarenghi

fantastico!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Qui dicono come fabbricare fettuccia da riciclo (per realizzare a maglia o a uncinetto zerbini, borse, tappeti, coprivaso...) da vecchie magliette greenme.it

nocciola
nocciola

non sei nostalgico, lavorare a maglia è una terapia. il movimento ripetuto libera la mente e distende, inoltre realizzare qualcosa con le proprie mani ti fa sentire meglio. Io lavoro spesso a maglia ed ho insegnato a mia figlia la quale, lo scorso natale, ha realizzato i regali per i suoi amici tutti i regali fatti ai ferri! lavorare a maglia è sicuramente un sapere da recuperare.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Segnalo: greenme.it

don_chisciotte
don_chisciotte

ciao a tutte, casualmente ma proprio in tema di questa buona pratica, ho trovato un volantino di un evento che si terrà in fiera a Vicenza da domani 16 ottobre fino al 19 ottobre "Abilmente" Mostra - Atelier Internazionale della manualità creativa. Tra gli argomenti: patchwork, cucito creativo, crochet, tricot e tessitura, lana e feltro, ricamo e merletto, atelier creativi e mostre etc etc www.abilmente.org

don_chisciotte
don_chisciotte

Come l'anno scorso, a chi e' interessato, segnalo la manifestazione "Abilmente - Mostra Atelier Internazionale della Manualita' Creativa - Immaginazioni" che si terra' a Vicenza dal 15 al 18 ottobre e a Roma dal 5 all'8 novembre. www.abilmente.org

don_chisciotte
don_chisciotte

Caspita complienti a tutte per la partecipazione entusiasta a questa buona pratica....a leggere I vostri commenti quasi quasi ne inserisco un'altra.... "diventare mancini"!

frabarenghi
frabarenghi

Se trovi la formula fammelo sapere! A parte gli scherzi, quando ho studiato batteria (un mese?) mi era stato detto di allenare l'ambidestrismo nel quotidiano, tipo aprendo le maniglie o lavandomi i denti, e anche che i pianisti sono avvantaggiati sull'uguaglianza delle mani e sulla coordinazione coi piedi.

darkcrow
darkcrow

Io mi sono fatta l'abito da sposa a maglia :-) All'ultima fiera 4 passi di Treviso ho provato a tenere dei corsi nello stand dei gruppi di acquisto, ma non c'è stata partecipazione... però sono convinta che sia perché non era stato ben pubblicizzato. Vedo tante amiche che sono mamme e che hanno riscoperto questa passione, come quella del cucito e del ricamo... mio marito aspetta con ansia che io gli faccia dei maglioni come gli faceva sua nonna.... ma ci metto una vita perché purtroppo per quanto rilassante sia, alla sera sono troppo stanca per dedicarmi a questo hobby... che comunqe richiede grande concentrazione se non ci si limita a dei punti base...

frabarenghi
frabarenghi

Hai la mia ammirazione :-)

frabarenghi
frabarenghi

Ma Don!!!! Non penso ad altro tutto il giorno e ci lavoro appena posso (sul treno ormai ho dimenticato il paesaggio intorno)!!! E adesso ho svelato perché parlo tanto di cultura e poi non leggo mai (!). E anche qui c'è da farsi responsabili e compiere scelte etiche: sapere che il cotone è una coltivazione che comporta rischi per noi e per l'ambiente quando non è biologico e sfrutta il suolo malamente a discapito della biodiversità; evitare lana proveniente da filiere che praticano mulesing, scegliere fibre naturali, possibilmente italiane (ora c'è "The Wool Box", ad esempio), che si possono filare e colorare a piacimento grazie ai sempre più diffusi corsi di tintura e filatura; altrimenti si sceglie di favorire lo sviluppo dove ce n'è più bisogno (come i filati del commercio equo e solidale o di "Manos del Uruguay"). Accanto ai consueti ferri e uncinetti, che comunque si stanno modernizzando ed evolvendo, ci sono altri strumenti come la forcella, l'uncinetto tunisino, telaietti di tutti i tipi, tricottini, maglierie automatiche, che producono sia strisce che tubolari. Per affascinare e avvicinare i più piccoli ci sono tecniche semplici e materiali "giganti". Lo so, sono sempre la solita, ma a me sembra un altro strumento per sentirsi capaci, creativi e autonomi, e una risorsa contro il conformismo che sempre e tanto mi spaventa.

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

Ciao frabarenghi è da un po' che ho scoperto (purtroppo) la pratica del mulesing e volevo scriverne su Contiamoci. Ti rilancio la palla, vorresti farlo tu? Con una buona pratica dedicata, con qualche link, informazioni e alternative. Credo che che il mulesing interessi sia chi fa maglia che chi acquista maglioni ecc...

cbertolini90
cbertolini90

E' anche un modo per rilassarsi dopo una giornata di lavoro... Ho deciso di fare tutti i regali di natale a mano quest'anno per evitare il consumismo. E poi la trovo una cosa più personale, e il processo di scegliere i colori è anche divertente

luna
luna

Mia nonna mi mise i ferri in mano quando ero piccolissima, per farmi stare buona! E mi ha trasmesso la passione per la maglia... c'è il risparmio, c'è la questione che puoi scegliere lana e colori, sai da dove arriva il tuo capo e la soddisfazione di aver fatto qualcosa con le tue "manine" nn ha prezzo! Quando guardavo ancora la tv riuscivo a lavorare a maglia, così mi sembrava di nn sprecare del tutto il tempo. Ora nn la guardo più, però confesso che è da un po' che ho iniziato una maglia e nn riesco a finirla, perché ho poco tempo. Le mamme che sanno lavorare a maglia spero trasmettano la passione alle figlie come la mia ha fatto con me, sarebbe anche bello che i figli maschi la facessero, ho letto che ci sono nazioni in cui è culturalmente accettato, dove sta scritto che sia un'attività femminile?? Anche l'uncinetto è divertente. Dovrei proporre alle amiche un "ferri party", chiacchiere, lavoro e scambio di esperienze!! Comunque ho scoperto ultimamente che ci sono sempre più donne che praticano qs autoproduzione, molto più di 20 anni fa. Evviva!!!

darkcrow
darkcrow

Il risparmio non credo..se si vuole un buon materiale comunque lo si paga... io per un maglione di mio marito ho scelto una lana d'alpaca tinta con colori eco e solo di quello mi è costato più di un maglione in pura lana di una grande catena...poi consideriamo le ore di lavoro... Però è vero che la soddisfazione ripaga!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

No, è un'attività bellissima (ma parlo anch'io solo per avrlo visto fare) e ora poi è molto rivalutata anche per creare coperte, tappeti, non solo maglie o cappelli e so che ci sono un sacco di blog in rete che insegnano e consigliano. Sicuramente è un'ottima attività!(... io però ho provato più volte a farmi insegnare ma sono pure mancina oltre che proprio negata)

don_chisciotte
don_chisciotte

Se sei negata e' un conto ma mancina non c'entra... Anch'io sono mancino ma da piccolo, siccome mio padre mi prendeva scherzosamente in giro per questo, ho imparato ha scrivere con la destra per dimostrargli che potevo anch'io essere come gli altri (...a proposito di omologazione), e ancora oggi scrivo con la destra, quindi e' questione di volonta'...ma non ho mai conosciuto nessun destrorso che ha fatto il contrario.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Sì, hai ragione Don: anche chi è mancino può imparare a lavorare a maglia/uncinetto. (Però da ragazzina quando nonna and co. cercavano di insegnarmi - io sono tutto fuorché "tecnica"- non ci capivamo con 'ste mani e abbiamo desistito subito) ma con un "fortissimamente volere" si va ovunque, sono d'accordo!

frabarenghi
frabarenghi

A parte che secondo me di fronte a una tecnica nuova non c'è mancinismo che tenga: imparare una tecnica manuale è come allenarsi all'ambidestrismo, ma poi io - per puro caso - lavoro in STILE CONTINENTALE che adesso è di gran moda perché consente di utilizzare i ferri circolari, più comodi e leggeri, ed è anche più sano dal punto di vista posturale: si lavora senza mettere i ferri sotto le ascelle e anche in treno sto avendo meno problemi; in più sono componibili, i cavi sono raccordabili e posso fare tutte le misure che voglio. Praticamente LA SINISTRA COMPIE MOVIMENTI PIU' FINI DELLA DESTRA, perché è lei che tiene il filo, quindi si occupa sia di regolare la tensione che di avvolgere intorno al ferro (l'indice, per la precisione, che sembra una manina indipendente!); potrei avere il dubbio che se fossi stata mancina sarei stata avvantaggiata, ma non mi importa, perché voglio imparare, raffinarmi e sciogliermi sempre di più, convintissima che ne benefici anche il cervello.

frency1972
frency1972

anche io sono mancina , ma si riesce a lavorare ai ferri tranquillamente, diverso il discorso per il lavorare a uncinetto, il lavoro viene al contrario e sfalsato. Io ahimè ho dovuto smettere quasi subito, inizialmente perchè non avevo abbastanza pazienza per terminare un maglione (ero ancora una ragazzina) e poi per problemi di cervicale, però ammetto che non mi dispiacerebbe tornare a fare qualcosa, magari non ai ferri, ma con il telaio :)

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

:D ah, siamo tutti qua noi mancini? Bello! Quando ero piccola e mi sentivo "stana" non ne trovavo uno nemmeno a pagarlo...

frabarenghi
frabarenghi

Lo so che non è il luogo giusto... ma francamente a me manca parecchio il non essere mancina, e i migliori fidanzati che ho avuto (tra cui il mio attuale e meraviglioso) sono tutti mancini; pensano in maniera originale, diretta, libera. Non c'è niente da fare: avete una marcia in più!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

*nel messaggio percetente intendevo dire "strana" ovviamente... gli studiosi ipotizzano che il pensiero dei mancini sia in qualche modo più creativo, ma davveronon saprei: io conosco personalmente pochi mancini (perdonatemi se ho dato il via a questo fuori tema..."di sinistra"!!)

frabarenghi
frabarenghi

;-D Secondo me sì.

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.