Merenda

autoproduzione cucina e dispensa salute e benessere dolci sani e belli e buoni

irene70 - disiscritto irene70 10 ottobre 2014 — Prendo spunto da una pubblicità di merendine per suggerire di dare ai bambini meno merendine (non ha funzionato molto quella pubblicità!). Soprattutto alle elementari, quando i bambini ancora non sono del tutto stritolati nell'ingranaggio della pubblicità, appunto, proponiamo per la merenda a scuola e quella a casa alternative come semplici panini, alcuni biscotti, un frutto se piace, una fetta di torta se c'è.

Per contenere la merenda basterà un contenitore in plastica di quelli da frigo o si possono usare i sacchetti vuoti del pane o quelli della pasta o del riso. I bambini ne guadagneranno in salute e l'ambiente in meno imballaggi da smaltire. E poi onestamente, guardate le pubblicità delle merendine: hanno dei messaggi allucinanti! Quella da cui ho preso spunto, con un noto attore, veicola il messaggio che se mangi quella merenda sarai finalmente accettato dal gruppo di amici che prima ti snobbava: io lo trovo profondamente sbagliato e anche i bambini dovrebbero essere guidati a ricevere in modo critico questi messaggi falsi.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

Klizia
Klizia

Le merendine confezionate generalmente contengono zuccheri raffinati (che causano un picco glicemico e predispongono i bambini al diabete), proteine del latte (che creano dipendenza e sono aggiunte allo scopo di far ripetere l'acquisto), grassi vegetali (idrogenati, se non specificato, altrimenti grassi che sono comunque dannosi alla salute), farine bianche raffinate di tipo 0 o 00 (ricche di glutine e povere di sostanze nutritive), additivi vari (denominati con la E) e aromi (per coprire i sapori dei prodotti di scarsissima qualità usati dall'industria). Da quando è nato mio figlio evito tutti i prodotti industriali. A merenda gli propongo sempre un frutto di stagione e capita spesso di preparare dei dolcetti super sani, utilizzando delle formine che riprendono l'estetica accattivante delle merende dei compagni (crostatine, muffin, biscotti, ecc..). Il risultato? Devo sempre preparare merende doppie o triple per condividerle assieme agli amichetti e alle loro mamme!

yliharma
yliharma

Da piccola ero forse l'unica in classe ad avere merende tipo parmigiano e crackers, torta fatta in casa ecc ed ero tristissima :D Volevo la pizza unta del forno e le merendine che mangiavano tutti!!! Adesso so che mamma aveva perfettamente ragione...oltre tutto le merendine sono peggiorate negli anni.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Penso che forse il segreto stia nel non "vietare" del tutto le merendine: una ogni tanto si può tranquillamente concedere, magari quel giorno che proprio non abbiamo il tempo per inventarci altenative, anche per non creare l'effetto "sbavo quando vedo le merendine degli altri!". Consiglio un'altra merenda alternativa che a mia figlia piaceva molto e che regolarmente doveva dividere con gli altri perché pareva particolarmente "guista", presumo (anche se noi la chiamavamo muro e nocciolato"): due di quelle tavolette tonde di mais o riso soffiato con una generosa spalmata di crema di nocciole (qualche anno fa quei tondi si trovavano solo al bio ma oggi ci sono in ogni super). :)

gastella
gastella

Penso che se si abituassero i figli a determinati sapori e al cibo sano, le merendine non piacerebbero nemmeno loro! la frutta è e sarà sempre la migliore merenda :)

donnatetra
donnatetra

io penso di no.. sono stata cresciuta in modo super sano con il risultato di avere una voglia paurosa di tutte le merendine esistenti!!! in periodo adolescenziale mi sono data al junkfood e per la brama di merendine ero in grado di divorare da sola un'intera confezione come nulla fosse... ora sono per il cibo sano ma se ci penso caspita se le mangerei (anche se poi so che mi farebbe anche stare male!). il fatto è che se tutti i bimbi avessero merende sane probabilmente nessuno sentirebbe il bisogno di merendine confezionate e sarebbe bellissimo! (magari!!) ma purtroppo ci sono tanti bimbi che invece le mangiano per non parlare di alcuni nonni! io con i miei figli sto facendo come dice irene70: si al cibo sano sempre ma una tantum acquisto anche le schifezze che magari hanno mangiato altrove in modo che non abbiano questa "carenza da tegolino" che ho avuto durante l'infanzia!

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

L'effetto sbavo mi fa riderissimo! E io ce l'avevo al contrario: ovvero adoravo le merende "hand made" delle mie amiche. Io sono cresciuta a cartoni animati e merendine con mamma televisione. Non so a che punto mi sono ripresa!!!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Beh, ma ti sei ripresa alla grande! Io invece ho avuto sia merendine sia la "merendadicasa" e devo dire che questo ha funzionato (dal punto di vista dei ricordi di bambina) perché non ho "rimpianti"; per questo dico che l'eccezione che "sostiene" la regola in questo caso può essere una strada da percorrere.

don_chisciotte
don_chisciotte

Concordo e ti metto il "contami" perche' estendo d'ufficio la buona pratica anche agli adulti!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Gli adulti... hai ragione! Me li ero dimenticati! Per gli adulti soprattutto meno di quelle barrette terrificanti che dovrebbero sostituire il pasto e che scombinano il metabolismo della mente quello che dovrebbe aiutarci a regolare i nostri impulsi "famelici" e invece diciamo: "Ho mangiato una barretta dietetica a pranzo perciò a cena posso permettermi di più"...

frabarenghi
frabarenghi

Tra l'altro gli alimenti industriali utilizzano farine "morte", che quindi non nutrono e acidificano il sangue, con conseguenze sulla carie dei denti e sulla demineralizzazione delle ossa; poi ingredienti che alterano la percezione del sapore, come i glutammati di sodio, oppure grassi saturi, e un sacco di cose (tra cui coloranti e conservanti) che ci fanno sviluppare intolleranze e problemi. Io ho sperimentato qualcosa di cui ho sentito parlare 20 anni fa e che mi aveva fatto riflettere: gli ingredienti industriali "appiattiscono" i sapori. Credo che questo contribuisca anche a renderci più tristi e meno fantasiosi.

luna
luna

Sono d'accordissimo sull'appiattimento dei sapori, e secondo me l'industria fa di peggio: con tutti questi additivi chimici (coloranti, dolcificanti, conservanti, aromatizzanti, tutti anti!) non rimane molto altro nella merendina, persino l'odore è finto, figuriamoci il sapore! Io non ho figli, ma capisco la difficoltà di chi deve vietare ai propri quello che la maggior parte dei bambini mangia, perché va di moda, perché è pubblicizzato, perché è tanto comodo e veloce aprire una confezione di merendine piuttosto che preparare anche solo un panino... Io ho avuto una grande fortuna, fin da piccola non mi sono mai piaciute le merendine, e continuano a non piacermi ora! Per cui, visto l'allargamento della bp proposto da Don, mi conto!

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.