zona etica diritti donna uomo

gretagolia_granitas gretagolia_granitas 25 novembre 2013 — Oggi 25 Novembre è la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne istituita dal 1999 dalle Nazioni Unite.

Proprio oggi segnalo un video visto da circa 4 milioni di persone - si 4 milioni - sull’uso del corpo della donna in tv. Questo video attraverso la co-autrice Lorella Zanardo e il blog il corpo delle donne sta facendo il giro 4 anni nelle scuole, creando dibattiti e informazione sul tema.

Perchè non esiste solo la violenza fisica, e i dati sulle violenze sulle donne sono sotto gli occhi di tutti.

Perchè c'è una violenza sopita, subdola che arriva ai nostri figli-figlie attraverso l'educazione, la cultura, la società la tv che alimenta una mentalità maschilista, patriarcale, trasversale responsabile della mancanza di rispetto, in senso lato, per le donne.

Cito dal sito: "La constatazione che le donne, le donne vere, stiano scomparendo dalla tv e che siano state sostituite da una rappresentazione grottesca, volgare e umiliante. La perdita ci è parsa enorme: la cancellazione dell’identità delle donne sta avvenendo sotto lo sguardo di tutti ma senza che vi sia un’adeguata reazione, nemmeno da parte delle donne medesime".

Un'altra frase che mi ha coplito molto è : "Il lavoro ha poi dato particolare risalto alla cancellazione dei volti adulti in tv, al ricorso alla chirurgia estetica per cancellare qualsiasi segno di passaggio del tempo e alle conseguenze sociali di questa rimozione."

La buona pratica qual'è? Parlarne, sensibilizzare, condividere e sviluppare un pensiero critico, anche davanti alla tv.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

don_chisciotte
don_chisciotte

Oggi ho ascoltato per la prima volta un disco del ‎1974 di Ombretta Colli dal titolo "Una donna, due donne, un certo numero di donne". Praticamente e' un album di Giorgo Gaber (suo marito) cantato da lei, dato che la maggior parte delle canzoni sono scritte da lui.‎

L'album è tutto molto bello, per il messaggio sulle donne che trasmette.‎

Questo di seguito il testo di una canzone intitolata "Il mio corpo"‎. La canzone è preceduta da "Stornelli sul Lavoro" che parla dei colluqui di lavoro e termina con la frase "dice, venga sul divano che c'e' piu' contatto umano", e prosegue quindi la canzone "il mio corpo"‎

E lui mi parlava‎

E mi raccontava un sacco di cose molto sensate

Sentivo il suo sguardo che si soffermava‎‎ sulle mie gambe accavallate

Discorsi importanti, con frasi appropriate in forma corretta

Sentivo i suoi occhi, che si posavano frequentemente sulla mia camicietta.

E le sue parole andavan da sole come in un gioco, distrattamente

Ma con la sua mente a poco a poco frugava il mio corpo

Il mio corpo‎

Sdraiata nuda sul letto osservo il mio corpo

Lo conosco in ogni sua piega, il mio corpo nudo

E un poco mi sorprende e non mi sembra vero

Senza nulla che lo copra, così privo di mistero.

Mi alzo e dentro lo specchio osservo il mio corpo

E lo vedo sopra ai muri, il mio corpo nudo

Stupendi corpi di donna sopra ai giornali e manifesti

Stupendi corpi di donna vicino a lavatrici e a bottiglie di birra

E sono oggetti anche i corpi, degli oggetti da comprare

Delle donne da comprare, una vita da comprare.

Sdraiata nuda sul letto osservo il mio corpo

Non è più un corpo da ragazza il mio corpo nudo

Un attimo di freddo, non sono più sicura

E mi copro col lenzuolo con un senso di paura.

E lui mi parlava‎

E mi raccontava un sacco di cose molto sensate

Sentivo il suo sguardo che si soffermava‎‎ sulle mie gambe accavallate

E le sue parole andavan da sole come in un gioco, distrattamente

Ma con la sua mente a poco a poco frugava il mio corpo

Il mio corpo‎‎

m.youtube.com

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Un video simpatico (un contro-spot) proprio in risposta alle stupide pubblicità che impongono determinati standard per la donna (standard sbagliati che non appartengono solo al mondo della pubblicità, purtroppo) facebook.com

(... e basta con questa insulsa "prova costume" di ogni fine primavera!!)

don_chisciotte
don_chisciotte

"Un bel corpo non basta. Quel che serve e' un bel cervello". (Elsa Martinelli - R.I.P. 8/7/2017)‎

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

A proposito del peso delle parole, se avete voglia guardate questo video orticalab.it .

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

No scusate ma certe notizie sono così sconvolgenti che annientano (e non siamo in uno scenario di guerra): ma per esempio non si potrebbe evitare di fare o far vedere film dove ci sono scene di stupri e torture (perché l'effetto emulazione esiste!!)... (sto dicendo un'assurdità, vero?)? Voglio dire, certe scene non saranno mica considerate di denuncia, per caso? (Tipo il tanto osannato 'Arancia Meccanica', con tutto il rispetto per Kubrik, è proprio necessario riproporlo in prima serata per far venire qualche strana idea a qualche mente instabile?). E se invece va bene tutto, se bisogna far vedere tutto, se passa che tutto è lecito... allora che senso ha indignarsi per i corpi mezzi nudi in televisione? La violenza andrebbe evitata prima non a posteriori facendoci sopra dei film (però ho una gran paura che l'orrore appartenga all'umano con o senza cinema/televisione, insomma è un cane che si morde la coda: società malata + barbarie di certi casi umani danno vita a violenze che ispirano film che a loro volta ispirano altri atti... e tanto adesso tutti se le fanno da soli le riprese, con i telefonini e poi via in rete e avanti così...).

don_chisciotte
don_chisciotte

Buttate la TV e la vita vi cambiera' in meglio. Per esempio non ti saresti arrabbiata/indignata per cio' che hai visto. Non ci sono scuse, buttarla e basta, senza vie di mezzo (tipo: "ma io guardo solo i documentari..."). Le violenze esisteranno sempre ma la TV le esaspera, le ripete ossessionatamente (succede un omicidio e sembra che sia accaduto cento volte...).

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Eh, sì, rimuovere 'la scatola' è di sicuro utile, ma questa notizia (che più che altro fa piangere) l'ho letta sul giornale (né ho guardato quel film di cui solo la locandina mi mette in preallarme, e la trama mi basta e avanza)... a non saper niente dell'orrore che succede staremo tutti più tranquilli certamente, ma io dico che proprio certi contenuti di violenza brutale ma anche 'studiata' nel senso di organizzata (spesso sulle donne) non andrebbero messi su pellicola e quindi poi non dovrebbero andare nei cinema e poi in tv, perché se anche io non ho la tv, ma mezzo mondo sì, quel mezzo mondo comunque lo vede il contenuto violento (e poi, come dici tu, tutto si amplifica e la finzione si confonde con la violenza vera, per cui c'è anche assuefazione). Ma mi rendo conto che anche questa è l'ennesima utopia, come pretendere che i videogiochi violenti non vengano prodotti... vabbé, speranze sempre vane, però certe notizie fanno veramente troppo male.

bebabi34
bebabi34

invece di concentrarsi sugli effetti, perché una volta tanto non risalire alle origini? le donne e la religione: dibattito.

frabarenghi
frabarenghi

figurati che nella sezione "femminismo" dei video di "Internazionale" (non è internazionale socialista, è la rivista che traduce in italiano articoli e video della stampa estera) ho trovato che anche il matrimonio (anche civile) è maschilista per definizione...

don_chisciotte
don_chisciotte

Ciao bebabi34 e  grazie. Io rinuncio al dibattito perche' non ho le conoscenze storico/culturali per affrontarlo, ma leggero' con attenzione le vostre considerazioni per capire meglio come e perche' si e' arrivati a cio'. Ciao!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

L'articolo di ieri del Resto del Carlino sulle atlete italiane di tiro con l'arco : "Il trio delle cicciottelle..." ecc. è solo un esempio della mentalità che non cambierà MAI e che vuole le donne sempre perfette, giovanili, sexy... altrimenti potranno anche essere brave, competenti, ecc. però appunto sarà notato solo (o sicuramente anche) il loro essere non magrissime, la loro cellulite, ecc. ecc., cosa che non succede con gli uomini. Se le religioni, tra le varie cose, hanno deciso che la donna è 'meno' dell'uomo, la società, da sempre, ha dato retta a questa idea e non mi pare ci siano speranze per un cambio di rotta.

don_chisciotte
don_chisciotte

Io invece sarei piu' ottimista, nel senso che un giornalista deficiente, non può valere come regola generale, e ne e' la prova il fatto che, se non erro, il direttore della testata sportiva del giornale e' stato licenziato. A conferma di quanto dici invece, possiamo stare certi che nessuna azienda interpellera' le tre atlete in questione per fare pubblicità ai propri prodotti visto che le ragazze non sarebbero attraenti fisicamente .

bebabi34
bebabi34

non deleghiamo a chi campa sulla pubblicità scelte filosofiche che alla prova dei fatti non siamo in grado di fare noi stessi! i modelli proposti sono quelli che evidentemente funzionano. oltre alla sensualità sia femminile che maschile, è quotidianamente utilizzata la tenerezza di bambini e animali, e persino la pietà verso gli handicappati. almeno i mezzi di comunicazione istituzionali potrebbero affrancarsi dallo sfruttare questi metodi.

bebabi34
bebabi34

premetto che non ho letto l'articolo. ma se fosse stato a parti invertite? una giornalista che titola su tre uomini cicciottelli non credo avrebbe provocato più di un sorriso, per primo sulle labbra degli uomini. la fissa per la cosiddetta perfezione del corpo femminile, è in primis delle stesse donne (vedi rassegna stampa di don).

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Beh, non so... forse non avrebbe provocato il caos mediatico (salutare a mio avviso, perché vuol dire che c'è ancora chi non è del tutto assuefatto al maschilismo imperante e alla logica dell'esteriorità, e sì, in questo si può essere un poco ottimisti) che ne è uscito, ma di sicuro non sarebbe passato inosservato: si sta parlando di un quotidiano nazionale non di un giornaletto di gossip (e, a prescindere da cosa si stia descrivendo, le parole dovrebbero essere pensate e 'pesate', quelle sì-non i corpi!- con professionalità, non col solo scopo di ricercare il titolo ad effetto, perché le parole hanno un peso, appunto, e una responsabilità enorme, specie se vengono lette da molti, non si può scrivere tutto quello che ci passa per la testa 'tanto che vuoi che sia... i soliti esagerati', è proprio il caso di dire -come per il giornalista in questione- che ogni parola scritta potrà essere usata contro di noi, ed è verissimo! Quel titolo stava sdoganando a livello nazionale un modo di vedere basato solo sull'esteriorità, maschile o femminile, non ha importanza, assolutamente sbagliato, secondo me: poi non ci si può lamentare se lo faranno i ragazzi a scuola, i politici in campagna elettorale...). Ma a parte questo, se la situazione fosse invertita forse ci sarebbe solo un sorrisetto, anche da parte degli uomini, perché gli uomini comunque non hanno secoli di osservazione e 'correzione' della loro esteriorità da portarsi appresso, gli uomini se non sono 'fighissimi' sono comunque 'dei tipi', con o senza pancetta (e nessuno si sogna di dire che Brad Pitt 'tutto sommato' è ancora sexy 'nonostante' i suoi anni mentre questo lo si può dire -e lo si dice- di sua moglie, anche da parte delle donne). Purtroppo il maschilismo che si manifesta attraverso il giudizio dell'esteriorità delle donne è così ormai automatico in noi che nemmeno ce ne accorgiamo e definire 'cicciottelle' delle persone che prima di tutto sono lì, sul giornale, per essere 'giudicate' come atlete, non è solo una svista poco elegante... è molto peggio: è un'azione quasi automatica, appunto, cioè secondo me gli è venuto quasi naturale al giornalista nella sua ricerca del titolone, probabilmente ha ragionato proprio seguendo il punto di vista ormai comune. Io comunque penso che di tre uomini non esattamente snelli una giornalista donna (e ancor più un uomo) avrebbe usato termini come: 'i tre generosi del tiro con l'arco', o i 'tre solidi eroi'... Le donne comunque non sono fuori da questa mentalità è vero, diciamo che si sono adeguate... sì sì, è un problema che riguarda tutti. Ops... pardon la prolissità...

don_chisciotte
don_chisciotte

Forse hai ragione bebabi34, ma non ne sono certo. Magari una ventina di anni fa gli uomini non avevano certe fisse, ma oggi? Parlando in generale, a livello di cultura di massa quindi, gli uomini si stanno avvicinando sempre di piu' alle donne relativamente alla mania della magrezza/cultura del fisico/perfezione così  diffusa e valorizzata nella societa' occidentale. Io continuo a vedere molti giovani uomini (e non solo giovanissimi) palestrati, supertatuati, depilati, con le sopracciglia affilate, impomatati e che altro non saprei, ah si, che lasciano scie di profumi/creme da svenire‎. Saranno cambiati i tempi e le mode ma io penso semplicemente che lo spazio nel nostro cervello e' inquinato da questi modelli. L'idea dello "starbene" va prima di tutto ricercata altrove, poi se uno ha un bel fisico e se lo vuole mantenere per carità...ma senza esagerazioni/ostentazioni sarebbe meglio. Tanto piu' che, come gia' avevo scritto in una Buona Pratica dal titolo "Ringiovanire Gratuitamente", la lotta contro l'invecchiamento e' inevitabilmente una battaglia persa e chi la sostiene come obiettivo principale della propria esistenza, sara' sempre sconfitto e quindi infelice. Vale per donne e uomini secondo me, indistintamente.

don_chisciotte
don_chisciotte

Mi e' capitata sottomano una rivista di gossip ed ho notato che, ogni qualvolta parlano di un personaggio "famoso", indicano l'eta', l'altezza ed ora anche...il peso! Questo e' veramente ridicolo e per questo vi rimando anche a questa Buona Pratica "Stop alle riviste di gossip"  ‎contiamoci.com

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Rispondo alla domanda di Don sulle riviste, ma dal telefono (pc morto...) non riesco a rispondere sotto direttamente: meriterebbe un libretto questo argomento! Penso che le donne DEVONO piacere: cosi' gli e' stato detto da tanto tempo, e lo standard si fa sempre piu' difficile da raggiungere o mantenere. Ma tutti, donne per volere/dovere e uomini perche' in fondo va anche meglio cosi' si adeguano. Quindi ecco il moltiplicarsi di queste riviste. Poi a pensarci bene anche di motori ci sono tante riviste, che pero' sono oggetti...non sara' che per caso la donna e' vista un po' come oggetto? Nooooo... che esagerazione!! :) comunque ci siamo distratti si', altroche', e la ricerca di perfezione, femminile o maschile che sia, mi pare ci renda intanto solo piu' tristi. arg!

don_chisciotte
don_chisciotte

Secondo me siamo malati...

don_chisciotte
don_chisciotte

Dimagrire Senza Fatica / Burda Style / Bio Magazine / Bio life / Salute Naturale Extra / Donna Moderna / Benessere / Silohuette / Intimita' / Vero Salute / Natural Style / Più Sani Più Belli / Come Stai / Top Salute / OK Salute e Benessere / Tustyle / Amica / BenEssere / Bella / Starbene / Saper Vivere / F / Nutri e Previeni etc etc Questo e' un elenco di riviste settimanali (forse solo qualcuna mensile) che ho visto in prima linea in una edicola di un piccolo paesetto di provincia. Penso che la cosa si ripeta per centinaia di migliaia di edicole. Tutte queste riviste sono per le donne, hanno immagini di belle donne con i loro CORPI snelli in copertina. La mia riflessione e' che, se ci sono cosi' tante riviste di questo tipo in vendita in una piccola edicola di un piccolo paese, vuol dire che vengono acquistate. Le mie domande sono:"cosa stiamo ricercando di cosi' importante che ci spinge a comprare queste riviste? Che cosa ci sara' da raccontare di cosi' nuovo ed interessante ogni settimana per le donne della societa' moderna che esistono cosi' tante riviste di questo tipo? Stiamo veramente rincorrendo il giusto obiettivo o ci siamo stupidamente distratti? Qual'e' la sola ed unica chiave interpretativa che puo' spiegarci il perche' della ridicola esposizione e presenza di numerose riviste di questo genere in edicola?". Lo spreco di carta poi e' vergognoso...

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

Aggiungo che il trend sta diventando anche pericolosamente maschile, come men's health, maxim, GQ, max, vogue uomo, For Men...

don_chisciotte
don_chisciotte

Io ho comperato una copia di For Men alcuni anni fa perche' volevo dimagrire e c'erano delle indicazioni utili dal punto di vista dell'alimentazione. Le ho seguite e, affiancando una attivita' sportiva regolare, ho perso una quindicina di chili in sei mesi. Quindi e' stato utile per me, ma e' bastata acquistarne una copia sola. Non e' che adesso, ogni settimana, mi devo comprare questa rivista che parla di perfezione del corpo umano dal punto di vista fisico, per continuare a mantenermi in forma. La copia della rivista la conservo ancora, perche' ho pensato che potrebbe essermi nuovamente utile in futuro (anche da prestare a qualche amico). Oltretutto queste riviste, non avendo più' argomenti da trattare e per non essere ripetitive, affrontano anche varie patologie indicandone i sintomi e ed i modi per curarle. A forza di leggere di questi argomenti c'e' quindi il rischio di diventare ipocondriaci, perche' al minimo dolore subito andiamo ad associare una determinata patologja e corriamo subito dal medico e giu' a fare esami su esami etc...io ribadisco che secondo me siamo malati nella testa...

don_chisciotte
don_chisciotte

Con un giorno di ritardo (ma l'ho ascoltata solo oggi) dedico a tutte le donne di Contiamoci questo brano di Angelo Branduardi del 1979, Donna ti voglio cantare, che potete ascoltare qui youtube.com

Donna ti voglio cantare donna la madre, donna la fine donna sei roccia, donna sei sabbia e a volte nuvola sei... Donna sei acqua e sei fiamma donna paura, donna allegria donna saggezza, donna follia e a volte nuvola sei... Donna, donna sei l'ombra donna sei nebbia, donna sei l'alba donna, donna di pietra a volte nuvola sei... Donna, donna l'amica donna sei nave, donna sei terra donna, donna sei l'aria e a volte nuvola sei... Donna sei sete e vendemmia donna sei polvere, donna sei pioggia donna saggezza, donna follia a volte nuvola sei... Donna ti voglio cantare donna sei luce, donna sei cenere donna sei ansia, donna sei danza e a volte nuvola sei... Donna, donna sorgente Donna sei erba, donna sei foglia. donna, donna sei pietra e a volte nuvola sei...

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Bellissima! Branduardi! Una vita che non lo ascoltavo... grazie Don,

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Questa ossessione del mondo moderno per la perfezione esteriore delle donne è dannosissima anche per le comuni mortali che non vogliono fare le modelle o lavorare 'in televisione': per fare la commessa (in un negozio di articoli casalinghi, non di biancheria intima...) oggi mi hanno detto che richiedono 'donne max 35 anni', ma fino a ieri sul cartello 'cercasi commessa' non c'era scritto: questo vuol dire che più di qualche quarantenne e oltre si è già recata, come me, a chiedere informazioni.... ma evidentemente dopo i trentacinque anni le donne non sono più "gradevoli" alla vista, perchè di questo si tratta, di cos'altro altrimenti, per fare la commessa, che non richiede sforzi fisici esageratissimi per cui è meglio una persona molto giovane... se c'è qualche negoziante qui tra noi mi piacerebbe sentire un suo parere, perché magari c'è invece una validissimo motivo 'economico/lavorativo' e questo renderebbe la cosa un po' più accettabile. Grazie in anticipo.

don_chisciotte
don_chisciotte

La "bella presenza" e' quello che conta prima di tutto? Arriveremo presto al punto che verranno proposti interventi di chirurgia estetica con la finalita' di essere assunti piu' facilmente. Migliora la tua immagine! Investi nella chirurgia plastica!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Forse avrete letto anche voi la notizia di questa donna che non sorride volontariamente, MAI, da quarant'anni perché non vuole avere rughe: huffingtonpost.it - lo trovo di una tristezza incredibile, davvero da perdere il sorriso..., a parte il fatto che le rughe d'espressione sono la nostra storia e sono anche belle e interessanti alla giusta età, quasi quasi è meglio gonfiarsi di Botox, se proprio le rughe diventano insopportabili (e non voglio assolutamente giudicare le insicurezze che a volte travolgono), ma aver sorriso quando ce lo dettava il cuore piuttosto che congelare l'espressione della faccia e dei sentimenti. Donne (e uomini)... continuiamo a sorridere!! :-)

valeriafranco
valeriafranco

Che poi, sembra essere vero proprio il contrario, cioè che sorridere non fa venire le rughe. Ho letto di recente un articolo su una donna, Silvia Pengo, che ha inventato la ginnastica per il viso (Fit&face), basata su boccacce ed espressioni esagerate per tenere allenati i muscoli del viso. Considerando che ha circa 50 anni e ne dimostra molti meno, direi che funziona! Quindi, sorridete senza sensi di colpa ;-) facebook.com

don_chisciotte
don_chisciotte

Ho visto il video che è stato postato in questa buona pratica ed effetivamente mi ha schifato. Intendiamoci, a me le donne piacciono eccome, ma la messa in mostra di tutto ciò cosi gratuitamente ed in maniera grottesca fa perdere ogni significato alla bellezza, che certamente è anche fisica, ma non solo. Poi ho pensato, io non ho la televisione, quindi oltre il 50% di queste visioni me le risparmio...per essere totalmente immune dovrei non sfogliare i giornali (quotidiani compresi) e non guardare le immagini dei cartelloni pubblcitari sparsi per le città e forse anche evitare di frequentare certi ambienti. Forse è impossibile oggi non venire in qualche modo a contatto con questa cultura ma almeno guardarla con occhi diversi quando si manifesta di fronte a noi, quello si può fare!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Riguardo al fatto che le donne vere sono scomparse dalla televisione e dalla pubblicità a favore di una rappresentazione grottesca, c'è da considerare anche il ruolo che questa attuale e falsata sovraesposizione del corpo femminile (con le sue leggi di misure e magrezza) ha nella sempre maggiore diffusione dei disordini alimentari (se anche non è la causa prima in quanto anoressia e bulimia sono malattie complesse, determinate da condizioni di disagio psicologico ed emotivo): questi messaggi falsati di certo non aiutano e anzi condizionano moltissimo chi si trova a vivere questi disagi psicologici (ancora troppo sottovalutati).

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

Aggiungo anche questo articolo di comune.info con al fondo una poesia stupenda. Grazie a chi scrive al posto mio le cose che non riesco a dire.

fturco - disiscritto
fturco - disiscritto

Un altro argomento più o meno collegato a questo è quello della pornografia vera e propria. Non è molto attinente alle tematiche ambientali, ma a quelle sociali decisamente si. Magari qualcuno se la sente di proporre una buona pratica a proposito.

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.