autoproduzione bagno e igiene bicarbonato di sodio deodorante igiene personale oli essenziali petrolio spray

sandra - disiscritto sandra 24 marzo 2013 — Da circa 4 mesi utilizzo il bicarbonato al posto del deodorante. Dopo essermi lavata lo applico alle ascelle ancora un pochino umide così non scivola via. Lo trovo ecologico e anche molto economico. Inoltre mi piace il fatto che nessun odore vada a sovrapporsi al mio personale o al profumo che decido di mettere!

Aggiungo altre due ricette che ho ricavato dai commenti a questa buona pratica. E che credo valga la pena di aggiungere qui:

  1. Deodorante spray: mischiare acqua e bicarbonato (nelle proporzioni 100 g per 1 l), finchè sul fondo non resta un poco di strato bianco (segno di soluzione satura) e delicatamente trasferire in un contenitore a spray (il resto si può usare per pulire!) volendo si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale ad esempio tea tree oil.
  2. Deodorante in crema: fare una crema con 3 cucchiaini di bicarbonato 3 cucchiaini di amido di mais 3 cucchiaini di burro di karité 2 cucchiaini di olio di semi di girasole 7 gocce di olio essenziale a scelta. fare sciogliere tutto a bagnomaria (tranne l'olio essenziale) e mescolare finché non si amalgamano bene, aggiungere l'olio essenziale a piacimento (es. tea tree oil) e mettere in un contenitore e fare solidificare in frigo poi applicare come una crema. In questo modo il burro idrata dove il bicarbonato ha grattato!!

Commenti

frabarenghi
frabarenghi

io faccio qualcosa di simile, ho trovato su "La Nuova Ecologia", la rivista di Legambiente: 50 g. di olio di cocco, 50 g. di amido di mais, 50 g. di bicarbonato, 8 gocce di olio essenziale a scelta. Devo dire che ho trovato l'America, mentre in casa c'è anche chi a periodi soffre di irritazione, che comunque l'olio di cocco attenua quasi sempre (col freddo secco di questi giorni no...)

Klizia
Klizia

Pure io ho iniziato ad usarlo e sono rimasta allibita! Le maglie che "puzzavano" appena messe pulite sono diventate anch'esse inodori. L'allume di rocca invece non mi ha soddisfatta quanto il bicarbonato.. sembrava non aver alcun effetto. E' un'ottima pratica, naturale, economica e davvero efficace!

angelogos10
angelogos10

Utilizzo l'allume di rocca da circa 15 anni. La sua efficacia è strabiliante, da sfregare inumidito dopo la doccia o il bagno e poi asciugare la pietra. MAI avuto la minima irritazione e la sua azione dura oltre 24 ore. Posso indossare una camicia più volte e d'estate è veramente efficace. Non capisco i detrattori se le alternative sono solitamente costituite da composti chimici. Non sovrappongo mai profumi ascellari ( che forse sono la vera causa di irritazioni) Ps proveró il bicarbonato che utilizzo per disinfezione, igiene intima, dentale e per le verdure crude di cui sono gran consumatore Buona Pasqua e grazie per l'informazione Angelo M

sandra - disiscritto
sandra - disiscritto

@angelogos10, non metto in dubbio l'efficacia dell'allume di rocca su di lei, ma ribadisco che SU DI ME dopo pochi mesi di utilizzo mi sono resa conto che l'efficacia andava scemando notevolmente! Preciso che quando ho smesso di utilizzarlo è stato soltanto per questo motivo, non mi dava assolutamente irritazione. Solo diversi anni dopo, cercando di nuovo un'alternativa ecologica ed economica ai vari deodoranti commerciali, mi sono imbattuta nelle discussioni sul forum Promiseland (categoria Biodizionario, moderato dal dott. Fabrizio Zago, chimico). Ora, premesso che io purtroppo non ho nessuna competenza chimica, mi sono fidata del suo giudizio. In poche parole lui sostiene che fra i due sia preferibile il bicarbonato perché questo non va a interferire con la naturale attività di sudorazione, al contrario dell'alluminio. Purtroppo questo argomento è stato affrontato in decine e decine di topic ed elencarli tutti mi risulta difficile, ne cito un estratto a mio avviso chiarificatore:

"io dico solo questo, che è la sisntesi di infinite discussioni: - l'alluminio dell'allume di rocca non è uguale a quello del cloridrato di alluminio, ad esempio, ovvero è chiaro che l'alluminio è sempre uguale a se stesso, ma la forma chimica in cui si trova è sensibilmente diversa. - è vero che l'azione di restringimento dei condotti sudoripari è diversa usando le due sostanze ma sempre sullo stesso principio sono. - usando sali di alluminio si esercità una interazione con i muscoli involontari dei canalicoli sudoripari e questo impedisce al sudore di uscire naturalmente. - questo fenomeno porta ad una modificazione del normale processo fisiologico. Nel caso del cloridrato evidentissimo, meno con l'allume di rocca. A me le cose che fanno cambiare il mio metabolismo non piacciono molto. Ciao Fabrizio"

Per maggiori approfondimenti consiglio comunque di dare uno sguardo qui: magari utilizzando la funzione cerca per individuare meglio l'argomento in questione! Scusate per il papiro e buone eco-scelte a tutti!!

@angelogos10: grazie degli auguri, che ricambio!

donnatetra
donnatetra

per evitare le reazioni che credo vengano a causa dello sfregare dei granuli di bicarbonato potete fare in due modi:

  1. mischiare acqua e bicarbonato (nelle proporzioni 100 g per 1 l), finchè sul fondo non resta un poco di strato bianco (segno di soluzione satura) e delicatamente trasferire in un contenitore a spray (il resto si può usare per pulire!) volendo si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale.

  2. fare una crema con 3 cucchiaini di bicarbonato 3 cucchiaini di amido di mais 3 cucchiaini di burro di karité 2 cucchiaini di olio di semi di girasole 7 gocce di olio essenziale a scelta. fare sciogliere tutto a bagnomaria (tranne l'olio essenziale) e mescolare finché non si amalgamano bene, aggiungere l'olio essenziale e mettere in un contenitore e fare solidificare in frigo poi applicare come una crema. in questo modo il burro idrata dove il bicarbonato ha grattato!!

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

Molti odori si attenuano usando cotoni e tessuti non sintetici a contatto con la pelle. Inoltre avrei una domanda: il bicarbonato sporca le maglie, i tessuti? Dall'esterno si vede?

sandra - disiscritto
sandra - disiscritto

Sinceramente con alcune magliette di cotone mi è capitato che l'odore fosse ancora più sgradevole del solito, magari è solo una questione mia personale! Comunque per ora l'ho utilizzato solo d'inverno e non ho avuto problemi di tessuti sporchi...capita che indossando la canottiera o la maglietta si sporchino un po' su fianchi, ma va via subito anche dando un colpetto con la mano!

darkcrow
darkcrow

Io ho una sudorazione acida per cui anche cotone e lino dopo qualche ora di lavoro non sono poi così profumati ( anche perché uso detersivi senza profumazione ). Sono curiosa anch'io di sapere se rilascia residui e se riesce a combattere gli aloni di sudore su bianchi e nero.... qualcuno l'ha provato?

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

Lo uso da un po', alternando con deodoranti bio con degli inci buoni. Non mi lascia macchie sulle maglie, però l'effetto è comunque diverso. Trovo che anche l'alimentazione vada migliorata, o cambiata. Infatti in base a quello che mangiamo la sudorazione cambia. E gli odori forti dipendono dai grassi e dagli alimenti poco sani che mangiamo. Insomma ci vuole il giusto mix di tutto.

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

Ho trovato quest'altra ricetta sul blog di vegankia, non l'ho ancora provato ma mi tenta molto.

Ingredienti: bicarbonato di sodio, dell’amido di mais (o di riso) e dell’olio essenziale di tea tree:

La proporzione tra bicarbonato e amido dev’essere 3/4 – 1/4 (quindi se usate un cucchiaio come dosatore dovrete mettere 3 cucchiai di bicarbonato ed 1 di amido) mischiate e aggiungete l’o.e. (per 200gr ne bastano 10 gocce). Mescolate accuratamente e chiudete il barattolo. Lasciate riposare almeno un giorno, da usate come normale deodorante ma IN POLVERE!

sandra - disiscritto
sandra - disiscritto

Io ho utilizzato l'allume di rocca per un periodo qualche anno fa, all'inizio sembrava funzionare ma poi pian piano l'azione andava diminuendo. Poi di recente ho letto che ci sono dubbi riguardo alla sicurezza di quel metodo, anche il dott. Zago nel forum del Biodizionario (non mi ricordo il topic preciso) ne sconsiglia l'utilizzo, propendendo invece per il bicarbonato. Se non sbaglio la differenza sta nella grandezza delle "particelle" di cui sono composte le sostanze, l'alluminio dovrebbe riuscire a penetrare la pelle, mentre il bicarbonato no. Sul funzionamento posso dirvi che per ora mi trovo bene, io purtroppo ho la fissa dell'odore che mandano le mie ascelle, non ho mai trovato un deodorante che mi soddisfacesse a pieno. Ora non è che abbia risolto ogni problema, se lo metto la mattina e sto tutto il giorno fuori casa alla sera non profumo certo di brezza primaverile! però c'è di bello che non ho avuto irritazioni (che invece molti altri deodoranti mi davano) e sto risparmiando un sacco sia in soldi che in rifiuti prodotti! In definitiva, SU DI ME: il bicarbonato ha la stessa azione deodorante dei prodotti ad hoc, ma in più ha tutta una serie di vantaggi quali: - risparmio economico - meno rifiuti - no irritazioni - nessun profumo oltre a quello che scelgo io - evito di intossicarmi di alluminio (scusate, ho scritto un poema!)

zanzanaglob
zanzanaglob

Ma funziona? Anch'io avevo pensato all'allume di rocca, ma non mi sono ancora arrischiata :)

yliharma
yliharma

io invece uso la pietra di allume di rocca, ottimo deo e anche quello non copre il mio odore :)

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

oppure accedi con email e password. Non hai ancora un account? Registrati.

oppure usa email e password. Hai già un account? Accedi.

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere un'email e scegliere una nuova password.

{{ errors.first('authentication') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
{{ errors.first('email:server') }}
Inserisci una password
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.

Ricezione email

Per poterti contattare per email abbiamo bisogno del tuo permesso: inviamo una newsletter circa una volta la mese con informazioni, approfondimenti e promozioni, e una email riepilogativa periodica. Puoi accendere o spegnere le email che ti mandiamo in qualsiasi momento e puoi deciderne la frequenza mediante la pagina Notifiche.