animali zona etica sperimentazione animale vivisezione

mare_a mare_a 25 marzo 2013 — Ci si può iscrivere come "referente" sul sito www.stopvivisection.eu per la raccolta di firme cartacee da inviare entro il 31 settembre 2013 al comitato europeo. Per chi fosse interessato è un modo veloce e semplice per poter raccogliere più firme possibili tra amici e conoscenti interesseti all'argomento. E' possibile anche sottoscrivere l'iniziativa popolare europea on-line.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

Da amministratore di Contiamoci invito tutti i partecipanti a non usare toni polemici, aggressivi, nè tantomeno insulti. Quando contribuite alla discussioni riportate informazioni citando le fonti. Ci riserviamo il diritto di interrompere flussi di discussione che vanno al di là di dati oggettivi o che non accrescono la base di conoscenza raccolta su Contiamoci.

mare_a
mare_a

Caro anonimo procione, il termine vivisezione è stato modificato in sperimentazione animale, ma la sostanza purtroppo non cambia... "SI SEZIONANO ANIMALI VIVI" ... e il sito a cui rivolgersi si chiama così, quindi l'ho riportato tal quale. La questione non è farmaci si, farmaci no (anche se io concordo pienamente con Luna), il fatto è che oggi sarebbe possibile effettuare esperimenti alternativi a questi, che sarebbero tra l'altro molto più sicuri ed efficaci anche per noi! Non abbiamo più bisogno di torturare altri esseri viventi per vedere come agiscono alcune sostanze, se ne può fare a meno! Solo che impostare nuove metodologie costa tanto ... ed è più facile ed economico procedere con quelle vecchie. Per quanto riguarda alcune malattie (come quelle che hai citato) alcuni medici e scienziati hanno cercato di diffondere metodologie alternative a quelle convenzionali, ma sono sempre stati "allontanati" dalla "classe" dei medici. Ci sono troppi interessi in questo campo e, purtroppo, il primo in ordine di priorità non è la salute della gente ... (e parlo per esperienza personale diretta, ma ognuno ovviamente avrà la sua).

stefy
stefy

Ciao anonimoprocione!! dove leggi che la vivisezione è stata abolita?in verità mi sembra di capire che la questione sia sul significato del termine "vivisezione", giusto? mi interessa molto l'argomento, e mi interessa sentire le diverse opinioni, quindi se hai altro a riguardo posta pure!

unanonimoprocione
unanonimoprocione

Ma sapete che la vivisezione è stata abolita 20 anni fa! Forse siete contro la sperimentazione animale, ma allora non comprate farmaci e distruggete la vostra tessera sanitaria nazionale e curatevi solo con l'omeopatia, altrimenti siete ipocriti. Personalmente sono a favore della sperimentazione animale perchè mi sono informata e ci sono malattie che vorrei non esistessero più, come il cancro e la sclerosi. Vi lascio un link per informarvi, se riuscite a mettere da parte i pregiudizi sull'argomento. difesasperimentazioneanimale.wordpress.com

luna
luna

Infatti io non compro farmaci, NESSUN tipo di farmaco, e mi curo con la naturopatia, cercando di essere coerente il più possibile, e quindi anche di non essere ipocrita… Scegliere le medicine non convenzionali è una scelta per fortuna che sempre più persone fanno. La vivisezione esiste ancora eccome, solo che adesso la chiamano "sperimentazione", ma forse tu non hai visto immagini di animali con cranio scoperchiato o altre parti del corpo con innestato l'inverosimile in nome della ricerca... Per me questa è vivisezione. Innanzitutto io mi chiedo quale possa essere la presunzione dell’uomo per arrivare a sfruttare gli animali in tutti i modi possibili. Non credo che la sperimentazione sugli animali possa servire (e non lo credo solo io, ma anche molti medici e scienziati), primo perché a livello "fisico" siamo profondamente diversi e secondo perché non credo che qualcosa che provochi sofferenza da una parte, possa curare e guarire dall'altra. Non c’è equilibrio. Ci sarebbe anche da entrare in merito al perché ci sono persone che guariscono e altre no (magari non dipende dalla cura), perché una vera cura non esista e quanto sia grande la speculazione delle case farmaceutiche, anche solo su un farmaco da banco, ma non mi sembra il caso. Sono profondamente convinta che la prima cosa di cui occorra occuparsi sia l’alimentazione, e che le malattie siano lo specchio che riflette ben altri disagi oltre a quelli fisici, che ne sono solo una conseguenza. Non si tratta di ricerca scientifica o di vivisezione, ma di cambiare il punto di vista; la medicina scientifica, pur con tutti i suoi passi avanti, parte dal presupposto errato che tutti gli individui siano riconducibili a un semplice ammasso di cellule, impazzite o meno, e che quello da curare sia il sintomo, non le cause. Se cambiasse il punto di vista, ci sarebbero più persone sane e meno animali chiusi nei laboratori.

mare_a
mare_a

Ciao Luna, speriamo proprio... se ti interessa diventare "referente" non è per niente impegnativo, ci si deve solo iscrivere sul sito e poi ti mandano i moduli ufficiali per raccogliere le firme su formato cartaceo, perchè magari tanti non vanno su internet a firmare o non lo sanno. La cosa bella è che non c'è un numero minimo di firme da dover raccogliere ;-) Ciao!

luna
luna

Già firmato e diffuso qualche tempo fa. Temo che sarà ancora lunga la cosa, ma prima o poi anche questa battaglia si vincerà!

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.