No alla disinfestazione anti-zanzare con insetticidi


giardino e orto salute e benessere

irene70 - disiscritto irene70 26 aprile 2014 — Il problema è ricorrente: non so se anche per voi è così, ma ogni anno a fine primavera, il mio vicinato torna alla carica con l'ordine del giorno -chiamiamo quelli della disinfestazione zanzare e paghiamo un "pacchetto" di tre mesi- e ogni anno dico no (per vari motivi, ma potrebbe bastare anche il solo fatto che quando gli addetti arrivano ogni 15/20 giorni col furgone per spruzzare il veleno si raccomandano: "chiudete tutto e portate dentro gli animali", e poi comunque questo veleno dove andrà a finire...?). Non è un segreto che molte molecole chimiche utilizzate per uccidere le zanzare mettono a rischio la salute umana e quella dell'ambiente (senza contare che ormai le zanzare sono diventate resistenti a tutto). La migliore alternativa all'uso indiscriminato di insetticidi sarebbe la lotta biologica, basata sul ripristino di condizioni favorevoli al ripopolamento di pipistrelli o di uccelli insettivori, ma non è di facile realizzazione: personalmente, a parte la citronella (e l'evitare ristagni di acqua in giardino o sulle terrazze), non ho la soluzione contro le zanzare, ma di certo non voglio contribuire ad avvelenare la zona dove abito, l'aria di tutti e la falda acquifera, oltretutto pagando; già ci pensa il comune a spruzzare nei tombini quando è necessario...penso che possa bastare.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

don_chisciotte
don_chisciotte

Per chi vuole approfondire la tematica degli insetticidi e i gravi danni che hanno apportato all'ambiente, e' esemplare la lettura del libro "Primavera Silenziosa" di Rachel Carson, scritto nei primi anni 60. Si portano degli esempi lampanti e chiari di come l'insetticida, che tra l'altro non sempre risolve il problema, genera un infinita' di conseguenze negative sull'ambiente (animali, vegetazione e ovviamente esseri umani). Questo libro e' un manifesto ambientalista perche' rappresenta una delle prime analisi reali dei danni da inquinamento di pesticidi. La Primavera Silenziosa e' la Primavera senza il canto degli uccelli perche' questo e' successo in vari paesi degli Stati Uniti oggetto di pesanti disinfestazioni (cioe' gli uccelli non cantavano piu' non perche' avevano perso la "voce" ma perche'... erano morti).

luna
luna

Anche nel mio comune lo fanno e basta, senza chiedere niente a nessuno... Lo scorso anno non è stato fatto, il comune era "in bolletta", e in effetti la popolazione di zanzare era in netto rialzo! E chi si lamentava forse non si rendeva conto che la salute ci aveva guadagnato, pensava solo alle zanzare. Grazie per il suggerimento del basilico, finora utilizzavo citronella o geranio, proverò con il basilico anche in casa, anche se vivendo in campagna dovrei coltivarne una foresta! Aumentano le zanzare e diminuiscono i pipistrelli ahimé, non trovano più ambienti adatti per rifugiarsi e per svernare. In Italia purtroppo le amministrazioni non sono così illuminate da pensare a pipistrelli o rondini, preferiscono tenersi le zanzare e sparacchiare qualche sostanza chimica, quando hanno denaro per farlo! Diversamente, i cittadini si grattano...

yliharma
yliharma

Da noi lo fa il Comune e senza chiedere il permesso :(

Caterozzino
Caterozzino

Ciao Stefire, ovviamente concordo con te! Una pianta molto odiata dalle zanzare è il basilico. Qualche vaso di basilico sui davanzali delle finestre e prendi i classici "due piccioni", allontani le zanzare... e allontani gli acquisti delle confezioni di basilico dei supermercati che in quanto a sostenibilità e salute... beh! ;-) c'è più plastica che basilico..... A volte ho provato anche a strofinare sulla pelle foglie di basilico... funziona davvero bene.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Grazie per il consiglio, proverò senz'altro...mal che vada ci faccio il sugo :-)

don_chisciotte
don_chisciotte

E' veramente il gatto che si morde la coda Stefire. Ogni giorno guardandomi intorno e leggendo le Buone Pratiche che vengono inserite su Contiamoci non faccio che ricevere conferme che il benessere ha generato il doppio dei problemi rispetto ai vantaggi che ha portato (e semplicemente perche' non e' stato gestito nel modo giusto e cioe' con morigeratezza e umilta' ma solo nell'ottica del sempre di piu'...ma per che cosa?). In questo caso da te evidenziato il fatto dei pipistrelli e gli insetti che mangiano le zanzare dovrebbe essere giustamente la cosa piu' logica e naturale del mondo. Il ritorno a "certe" origini sarebbe veramente l'unica soluzione. Purtroppo chi lo ha capito (come noi) non appartiene a quelle categorie di potenti in grado di modificare sensibilmente i comportamenti dell'umanita' (quelli si interessano solo di comportamenti di tipo economico e casomai ti forniscono gli strumenti per uccidere anche insetti e pipistrelli). Quindi dobbiamo spendere i nostri soldi per comprare medicine, pagare visite mediche di ogni tipo perche' ci ammaliamo anche a causa dell'inquinamento e pagare anche per la disinfestazione delle zanzare, etc (e tutto questo fa aumentare il PIL...e quindi il benessere?!!!)...mi domando fino a quando dovra' continuare ad essere cosi.

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.