Recuperare il cibo e redistribuirlo in giro per i mercati cittadini


zona etica foodsharing scarti alimentari sprechi sprechi alimentari

Lucy_eco_punk Lucy_eco_punk 18 marzo 2015 — Il cibo recuperato crea comunità. L’affermazione di Marco Regoli di Foodsharing Torino è stata il punto fermo della mia riflessione in questi giorni di nuove scoperte e ho avuto modo di trovarne il riscontro pratico, guardando e interagendo con le persone e mettendo loro e le relazioni di mutuo soccorso, scambio e solidarietà al primo posto, senza nessun tipo di pregiudizio. Ricordo bene i loro volti sorridenti, le loro braccia volenterose, le loro parole di inclusione, integrazione, accoglienza in Italia come a Berlino.

Rifletto su ciò che sta a monte del consumo critico, cioè il non acquisto: un consumatore per essere davvero critico, deve vedere e toccare con mano prima quello che viene buttato via, cercare di consumarlo e poi magari decidere cosa acquistare. Sono sempre stata attenta a condurre uno stile di vita sobrio e a ridurre il più possibile gli sprechi, ma dopo questo giro fra i mercati nato per curiosità, vedo il mondo con altri occhi: quelli che non si indignano più davanti agli sprechi di questa società malata di sovrapproduzione, ma anzi vedono in essi il punto da cui far ricostruire un nuovo tipo di società diversa da quella attuale, basata sulla conoscenza (quella vera!) e sulla solidarietà.

Adesso quando vedo una mela perfetta, penso sempre che ne siano state buttate altre due per presentarmi quella mela così bella; è davvero incredibile quanto ci hanno abituati a pensare che un bel frutto sia necessariamente migliore di uno meno bello, concedendoci il lusso di buttarlo via. C’è crisi? Io ho visto che c’è cibo gratis e abbondanza per tutti e mi auguro che il foodsharing si estenda a macchia d’olio.

Per leggere sull'esperienza a Milano, Torino e Berlino, leggi qui lecopunkblog.wordpress.com

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Mi è arrivato anche oggi l'avviso di una petizione: "Destinare gli oggetti e il cibo sequestrati in aeroporto alle persone in difficoltà" change.org (A me pare di buon senso come idea, poi onestamente non so tutte queste petizioni che fine facciano, data la situazione "legislativa"... in ogni caso i cambiamenti si dovrebbero fare dal basso, e se nessuno fa mai nulla ecc. ecc. quindi, in genere, se ci credo io firmo, e in questo caso la propongo qua che è in tema).

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Questa app spiegata qui video.repubblica.it e qui lastminutesottocasa.it sembrerebbe molto utile (forse per un'utenza abbastanza giovane e più che altro nelle grandi città, ma in ogni caso sembra davvero utile).

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Una bella iniziativa di foodsharing in Puglia è spiegata qui greenme.it , con un video simpatico.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Una bella iniziativa di foodsharing in Puglia è spiegata qui greenme.it, con un video simpatico.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Per chi fosse interessato al foodsharing c'è questa iniziativa spiegata per esteso qui italiachecambia.org "Dal 20 settembre al 15 ottobre ci saranno gli WuppDays: ovvero giornate di lavoro volontario per mettere a punto una piattaforma open source internazionale per fare in modo di mettere in contatto donatori e fruitori del cibo da tutto il mondo... ".

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

È stata lanciata sulla piattaforma change.org una petizione diretta al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Parlamento, con l’obiettivo di approvare una legge che imponga alla grande distribuzione di donare il cibo invenduto ad organizzazioni di volontariato (seguendo l'esempio della Francia). Qui ilcambiamento.it l'articolo completo col link alla petizione.

marisa
marisa

Molto interessante, ma resto inorridita pensando alla quantità di cibo buttato dai supetmercati. Cosa possiamo fare? Boicottare?

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Veramente bello e interessante quello che hai scritto, grazie Lucy.

Lucy_eco_punk
Lucy_eco_punk

Grazie mille Irene, il mio post vuole essere un invito a recuperare il cibo per vedere e toccare con mano tutto ciò che viene buttato. A presto :)

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.