Zip

guardaroba e lavanderia abbigliamento borse cerniere lampo indumenti riciclo creativo riparare riutilizzo

irene70 - disiscritto irene70 23 febbraio 2016 — Non 'buttiamo' un indumento perché la cerniera si è rotta e non buttiamo le cerniere degli indumenti che non usiamo più (né diamo via): si possono scucire e tenere per sostituzioni o ricicli alternativi (c'è chi ci fa collane, braccialetti  o spille), oppure si può utilizzare il carrello di una cerniera (la parte che si muove) per sostituirlo quando uno si rompe: qui un video molto chiaro faidatemania.pianetadonna.it.

Ecco alcuni consigli trovati su wikihow: se una cerniera si è solo bloccata, ecco alcuni suggerimenti su come sbloccarla: 

  • La grafite delle matite di gradazione B è un ottimo sbloccante, quindi strofinarla sui denti della cerniera aiuterà a rimetterla in funzione. Passare la matita più volte lungo entrambe le dentiere, oppure solamente sulla zona bloccata. Muovere su e giù il carrello finché non scorre con fluidità.

  • Se la grafite non dovesse aver funzionato bene, si può usare un po’ di sapone per il bucato per ottenere migliori risultati. Versarne una piccola quantità in una ciotolina, in un’altra versare un po’ d’acqua e preparare dei batuffoli di cotone. Intingere un batuffolo nel sapone e poi nell’acqua, così da diluire leggermente il detergente. Usare il cotone imbevuto per bagnare i denti della cerniera con la soluzione lubrificante. Provare ad aprire la lampo con gentilezza: potrebbe muoversi solo di poco. In questo caso riportare il carrello nella posizione iniziale e ripetere il processo, finché non si riuscirà a sbloccare la cerniera del tutto.

  • Spesso  sono  alcuni denti piegati a provocare la riapertura delle cerniere: per riportarne uno alla sua posizione originale servirà solo un paio di pinzette o di pinze a punta conica. Trovare il dente piegato e usare lo strumento scelto per raddrizzarlo; ripetere se necessario, facendo attenzione a non strappare il dentino dal resto della lampo. Al termine del procedimento verificare l’esito della riparazione aprendo e chiudendo fino in fondo la zip

Qui consigli per interventi un po' più complicati. Ma eventualmente nei mercati cittadini c'è di solito almeno una bancarella/merceria dove svolgono questi tipi di lavori, anche senza andare dalla sarta.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

don_chisciotte
don_chisciotte

Metto il contami su questa Buona Pratica perchè ci provo sempre a ripararle ma purtroppo non è così semplice come si vede nel video. I risultati per quanto mi riguarda sono scarsi...sarà anche che sono imbranato ma mediamente due volte su dieci ci riesco le altre otto rinuncio perchè è praticamente impossibile. Ed infatti ho due giubbotti invernali che mi rifiuto di eliminare anche se hanno le cerniere rotte (sarebbe troppo costoso sostituirle) e che uso durante le giornate miti. Spero di migliorare in futuro...

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Sì, ma infatti non è facile per nulla aggiustarle o sostituirle; qui, eventualmente, xsp.forumfree.it da un blog di una sarta i consigli sembrano meno difficili da mettere in pratica, ma soprattutto c'è un consiglio 'preventivo': mettere a lavare gli indumenti con la cerniera chiusa fino in cima per evitare che le due parti aperte si sformino o si ammacchino i dentini sul cestello della lavatrice (e in questo modo le cerniere non rischiano di impigliarsi o rovinare qualche altro tessuto delicato); in più per sbloccare una cerniera si può usare anche una candela o del sapone solido asciutto; ... buon lavoro!

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.