Mathieu stern 608872 unsplash

bagno e igiene raccolta differenziata salute e benessere igiene personale lenti a contatto occhi occhiali occhiali da vista salute

sistrall sistrall 20 agosto 2018 — Dice uno studio pubblicato recentemente che su 400 persone prese a caso negli Stati Uniti, il 20% butta le lenti a contatto nello scarico del lavandino dopo averle usate. E devo ammettere con tristezza che qualche anno fa sarei finito in quel 20%.

Ora non più: le lenti a contatto si smaltiscono nell'indifferenziata  oppure secondo l'indicazione sulla scatola, appena le case produttrici si adegueranno.

Ho letto la notizia su Il Post, che a sua volta rimanda ad un articolo in inglese del New York Times (l'abstract dello studio è qui).

La notizia ha del buono:

  1. evitare l'inquinamento da lenti a contatto è di una facilità disarmante e chiunque può farlo subito — no excuses!
  2. che a gettarle nel lavandino sia solo 20% mi stupisce, soprattutto come risultato di uno studio fatto negli Stati Uniti;
  3. notizie su studi come questo arrivano sempre più spesso sulla stampa mainstream: ottimo! 

(Photo by Mathieu Stern on Unsplash)

Commenti

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

oppure accedi con email e password. Non hai ancora un account? Registrati.

oppure usa email e password. Hai già un account? Accedi.

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere un'email e scegliere una nuova password.

{{ errors.first('authentication') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
{{ errors.first('email:server') }}
Inserisci una password
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.

Ricezione email

Per poterti contattare per email abbiamo bisogno del tuo permesso: inviamo una newsletter circa una volta la mese con informazioni, approfondimenti e promozioni, e una email riepilogativa periodica. Puoi accendere o spegnere le email che ti mandiamo in qualsiasi momento e puoi deciderne la frequenza mediante la pagina Notifiche.