autoproduzione bagno e igiene salute e benessere ceretta

clau_433 clau_433 13 novembre 2018 — Sto pensando di andare a vivere da sola, ma il mio stipendio non è un granchè, così tra le tante spese da tagliare ho pensato di risparmiare 40 euro al mese e non andare più dall'estetista. Vi chiedo però, come posso fare per farmi la ceretta da sola? o che metodo usare? si accettano consigli e suggerimenti.

Grazie!

Commenti

don_chisciotte
don_chisciotte

Una Buona Pratica che rientra nel concetto di semplificazione della nostra esistenza, dell'eliminazione degli impegni (imposti) che non sono impegni. Io dall'estetista non ci sono mai andato, nemmeno per fare una lampada come alcuni miei amici tanti anni fa usavano fare (non so oggi, dato che li ho persi di vista...) ma ho ridotto le visite dal barbiere ed eliminato quei pochi acquisti per la "bellezza" che facevo (shampoo, crema idratante, deodorante e profumo), che mi ero accorto non servivano a nulla se non a spillarmi soldi che posso ora utilizzare per altre cose più formative (di bellezza interiore).‎

‎Ad un certo punto della mia vita ho percepito l’annullamento dell’individuo a causa della sua integrazione nel mondo totalmente dominato del consumo. ‎La nostra è, effettivamente, la prima società ‎dell’omologazione di massa: ognuno pensa come...si pensa‎, vive come...si vive, desidera come...si desidera e forse anche ci si lamenta tutti in maniera uniforme. L'imposizione dei modelli comportamentali e degli stili di vita a ‎opera della moda e della pubblicità permette anche di controllare gli individui ‎capillarmente, lasciandoli vivere nell’illusione di essere liberi‎. Quando in realtà siamo effettivamente controllati, sorvegliati e diretti sempre con più attenzione dalle strategie del consumo‎.‎ Ci illudiamo di essere liberi quando forse stiamo sperimentando sulla nostra pelle la forma di potere più forte della storia dell'umanita'.‎ La moda è la maniera in cui, sul piano estetico, l’odierno sistema‎ economico ‎della civiltà dei consumi impone in forma piacevole, ma subdola, l’adattamento e l’omologazione agli standard comportamentali ‎preordinati‎ tra cui, appunto, l'obbligo di recarsi regolarmente dall'estetista altrimenti...non ci si sente a posto!‎

ceciliadallasta
ceciliadallasta

Concordo con i commenti precedenti. Uso l'epilatore elettrico da quasi sempre e in questo modo si può decide in autonomia la depilazione, senza aspettare appuntamenti dall'estetista.

frency1972
frency1972

anche io epilatore elettrico, anche il mio è durato circa 20 anni, e l'ho cambiato solo perché il cavo faceva contatto male e si fermava di continuo.

sistrall
sistrall

A proposito di oggetti elettrici e elettronici dati per morti, ti segnalo The Restart Project: a volte basta proprio poco a far tornare in vita un bollitore, un epilatore, un phon...

irene70
irene70

Ciao clau, io uso da sempre l’epilatore elettrico (per le gambe): è praticamente indolore, inoltre non ci sono impiastricciamenti vari di cera o creme depilatorie, di cui non mi fido tanto, tra l’altro; il primo epilatore mi è durato vent’anni, per cui il costo si ammortizza tranquillamente, anche perché non hanno prezzi eccessivi. Lo uso tutte le volte che voglio (senza dover programmare e attendere gli appuntamenti dell’estetista) e in questo modo mi sento sempre a posto (per i punti più delicati  uso invece le strisce di cera che compro); per tutti gli altri servizi (di base) di un’estetista mi arrangio a casa (in realtà non ho mai avuto l’abitudine dell’estetista, da sempre mi mette a disagio l’idea di qualcuno che mi scruta ovunque e cerca di convincermi a fare trattamenti per ogni centimetro del corpo e del viso). Nei commenti di questa pratica sai-cosa-ti-spalmi-sulla-pelle, si parla un po’ di metodi di depilazione.

 

LaChimicaVerde
LaChimicaVerde

Mi associo alla risposta di Irene: anche io non ho mai frequentato gli estetisti e mi trovo bene con l'epilatore elettrico.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

oppure accedi con email e password. Non hai ancora un account? Registrati.

oppure usa email e password. Hai già un account? Accedi.

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere un'email e scegliere una nuova password.

{{ errors.first('authentication') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
{{ errors.first('email:server') }}
Inserisci una password
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.

Ricezione email

Per poterti contattare per email abbiamo bisogno del tuo permesso: inviamo una newsletter circa una volta la mese con informazioni, approfondimenti e promozioni, e una email riepilogativa periodica. Puoi accendere o spegnere le email che ti mandiamo in qualsiasi momento e puoi deciderne la frequenza mediante la pagina Notifiche.