rifiuti zero salute e benessere erboristeria naturopatia riduzione rifiuti riuso

spring2013 spring2013 11 gennaio 2019 — Se anche voi usate prodotti erboristici quali propoli, echinacea. ribes nigrum ecc. per prevenire e/o curare i malanni stagionali, ricordatevi di chiedere al vostro farmacista o para-farmacista se può darveli sfusi in una bottiglietta di vetro col contagocce, che poi farete riempire quando finite il prodotto dallo stesso farmacista.

Non credo che tutti lo facciano, il mio parafarmacista illuminato per fortuna sì, ma vale la pena chiedere...

Commenti

irene70
irene70

Ciao Spring, scusami, vado un po’ fuori tema, ma ho letto questo articolo e ho pensato che di “farmacie leggere” (in questo caso farmacie da leggere) fatte così dovrebbero essercene di più! (in fondo si tratta sempre di medicine alternative) https://www.greenme.it/vivere/arte-e-cultura/libri/30127-farmacia-letteraria-firenze?fbclid=IwAR3PLQ8juHOL7szpyTOWELEoy_NO1B-3joqwrmp5VfVsnOjAT5XfUnfZmcA. Restando nello specifico invece, penso che la difficoltà maggiore sia non tanto dare al cliente il preparato nella boccetta che si porta da casa, ma il fatto che il farmacista, quando prepara i vari farmaci poi li debba subito “imbottigliare” e sigillare per mettere la scadenza (cioè non penso che possa tenere il contenitore grande, di propoli per esempio, e poi via via aprirlo e prenderne un po’ per i vari clienti), però è solo un mio dubbio questo, non ne sono certa, dato che tu per esempio hai trovato una farmacia che lo fa senza problemi. (Voglio chiederlo un giorno in farmacia, quando non c'è gente, se trovo una farmacista che mi ispira gentilezza).

spring2013
spring2013

E invece fa proprio così: bottiglione grande, versa nella mia bottiglietta e applica un'etichetta adesiva sulla quale scrive il nome del prodotto e la scadenza. Sono abbastanza certa che stia infrangendo qualche regola, e lo stimo infinitamente per questo!

ceciliadallasta
ceciliadallasta

Quando l'ho chiesto alla mia farmacia, mi hanno detto che non si può fare perché il contenitore non è più sterile, quindi il prodotto può venire contaminato e così ne ho dovuto prendere uno nuovo

spring2013
spring2013

Immagino che il mio parafarmacista sia particolarmente coraggioso... Ma non sarà l'unico! Prova a cambiare, se nel tuo paese ci sono altre farmacie. Non arrenderti!

sistrall
sistrall

Se prendi gli stessi prodotti con una certa frequenza, potresti tenere una bottiglietta di vetro per ogni tipo di prodotto e rassicurare il parafarmacista sul fatto che non c'è rischio di contaminazione.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

oppure accedi con email e password. Non hai ancora un account? Registrati.

oppure usa email e password. Hai già un account? Accedi.

Inserisci il tuo indirizzo per ricevere un'email e scegliere una nuova password.

{{ errors.first('authentication') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
{{ errors.first('email:server') }}
Inserisci una password
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.

Ricezione email

Per poterti contattare per email abbiamo bisogno del tuo permesso: inviamo una newsletter circa una volta la mese con informazioni, approfondimenti e promozioni, e una email riepilogativa periodica. Puoi accendere o spegnere le email che ti mandiamo in qualsiasi momento e puoi deciderne la frequenza mediante la pagina Notifiche.