animali cucina e dispensa alimentazione allevamento carne filiera corta torino

ugocasalone ugocasalone 08 febbraio 2013 — Non credo potrò mai essere vegetariano ma da un bel po di tempo provavo molto fastidio pensando che la carne che consumavo potesse venire da allevamenti dove gli animali vivono in condizioni tremende. La lettura di un libro e la visione di un documentario, per pura casualità in contemporanea, mi ha fatto decidere di muovermi per capire come estromettere carne proveniente da allevamenti intensivi. Non solo carne ovviamente ma anche tutti i derivati come uova, salumi, formaggi, etc..

A Torino per ora mi rivolgo ad un negozio, Il frutto permesso: fruttopermesso.it Avevo trovato altre realtà simili ma a differenza delle altre loro hanno un punto vendita non lontano da casa mia. Se ci fosse la volontà una ricerca in rete possa produrre risultati simili in ogni città italiana. Cercando ad esempio "vendita carne allevamento non intensivo" i risultati non mancano. Nel mio caso poi è stato il passaparola farmi trovare il negozio giusto dopo che avevo già individuato alcune realtà.

Questa buona pratica è stata inserita nel calendario del cambiamento 2014

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

designwithsugar
designwithsugar

Ciao, vi consiglio di guardare il sito allevamento-etico.eu che recensisce aziende che hanno allevamento non intensivi e particolarmente attenti al benessere animale, è davvero un mondo di differenza rispetto all'intensivo!

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

Ottime informazioni, grazie mille

oliver
oliver

Complimenti Ugo, questo è già un passo avanti nella direzione (che personalmente reputo) giusta... Ci sono tanti passi del genere che si possono fare: da tanti anni p.es. esiste la campagna "Io faccio la mia parte" del progetto GAIA, che nello specifico invita ad evitare di consumare prodotti di origine animale per almeno un giorno alla settimana...
iofacciolamiaparte.org Per il resto sottoscrivo i commenti di @luna e @fturco

fturco - disiscritto
fturco - disiscritto

Io sono vegano per varie ragioni. Una di queste è che dubito fortemente che si potrebbero sostenere gli attuali consumi di prodotti animali (carne, latte, uova, ...) se tutti gli allevamenti intensivi venissero aboliti. Quindi meglio andare sul sicuro e diventare vegani.

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

Questa buona pratica è stata inserita nel calendario del cambiamento 2014

marinbici2001
marinbici2001

Io abito a vimodrone , sono vegetariana ma non ancora vegana ma i miei no. Qualcuno di voi se conosce un posto dove comperare carne anche se poca che arrivi da allevamenti non intensivi?. Attendo una risposta. Grazie. Maria

ugocasalone
ugocasalone

Da una veloce ricerca ho trovato questo: prodotti-a-km-zero.it

In particolare questo pare sia a 20 minuti da dove hai indicato: prodotti-a-km-zero.it

luna
luna

Io invece che sono vegetariana ho sempre comunque avuto dei dubbi sugli allevamenti così detti "biologici", anche perché ci sono già stati casi in cui si è scoperto che ciò che veniva raccontato a mo di favoletta non corrispondeva proprio alla realtà... Ma se alcune realtà come quelle che voi citate sono veramente ciò che dicono, perché le avete sperimentate, vuol dire che nel piccolo allevamento l'etica alla fine esiste. Per me è sempre una magra consolazione, ma questo unito magari a un minor consumo di carne da parte delle persone è già un passo avanti.

manulalla
manulalla

I miei figli hanno fatto diverse gite con la scuola in quell'agriturismo, facendo molte attività legate all'agricoltura e allevamento. Sono tornati entusiasti... Sempre a Bibiana (TO) mi è stata segnalata da una amica veterinaria la Cascina San Nazario, che fa allevamento biologico. Non ho ancora sperimentato, ma penso sarà occasione di una gita in primavera... www.agriturismocascinasannazario.com

marco
marco

Mangiarne meno, meglio ma anche tutta. Un altro elemento per la transizione culturale verso il vegetarianesimo: non solo mangiarne meno e meglio, ma anche mangiare tutte le parti della bestia sacrificata: fegato, rognone, polmoni, cuore... Spesso sono i filtri dell'animale dove si accumulano tutte le componenti tossiche dei mangimi e delle medicine. Un altro motivo per mangiare solo quella sicura.

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.