Meno penne, matite e pennarelli per i nostri figli e donare l’eccedenza


Quaderni penne

camera dei bimbi ufficio zona etica astuccio cancelleria matite pennarelli penne scuola

don_chisciotte don_chisciotte 14 ottobre 2015 — Oggi ho trovato casualmente per terra un astuccio smarrito da un bambino (credo delle scuole medie) completo di tutto il materiale. Aprendolo ho trovato 11 penne a sfera di 9 colori differenti, cinque pennarelli neri e 6 matite (di cui due con la mina) oltre alle classiche matite e pennarelli colorati. Io non ho figli ma più o meno mi ricordo che quando andavo a scuola avevo massimo 2/3 penne (una blu o nera, una rossa ed una di riserva), una o due matite con una gomma da cancellare ed un temperino, un pennarello nero. Poi avevo delle matite colorate e pennarelli a parte. Non credo di essermi imbattuto oggi in un astuccio “speciale” ma semplicemente in quello che è l’astuccio “medio” dello studente delle scuole medie. Per cui mi sono chiesto: Davvero servono 11 penne di colori diversi? E cinque matite? Inoltre ho notato che gli astucci moderni sono molto più grandi di quelli di 20/30 anni fa. Così se oggi un bambino ha solo 3 penne, 2 matite, una gomma da cancellare ed un temperino ha l’astuccio praticamente vuoto e sembra uno “sfigato” agli occhi degli altri bambini. Sto esagerando? Non credo…Astuccio più grande = più cose per riempirlo (ma saranno poi tutte utili?). Già mi vedo quel povero genitore che dovrà ricomprare tutto il contenuto dell’astuccio al figlio distratto (ma del resto se l’astuccio era pieno di tutte quelle penne è perché il genitore gliele ha comperate).

Insomma, morale della favola, che poi è il titolo di questa Buona Pratica: meno penne, matite e pennarelli per i nostri figli. C’è la crisi? Bene! E allora limitiamoci all’essenziale.

E tutte queste penne / matite in eccesso si possono regalare a degli enti di beneficenza per i bambini bisognosi.

Ho fatto un controllo in casa mia e mi sono accorto che con le penne e matite che ho nei cassetti dovrei essere a posto per tutta la vita e sono sicuro che anche per molti di voi è così.

Una Buona Pratica simile potrebbe valere anche per gli uffici, dove penne, matite e molta altra cancelleria spesso sono in eccesso.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

(Speriamo piuttosto che non sia stato uno scherzo di qualche bulletto: a volte buttano zaini dentro ai fossi... ). C'è qualche cosa di troppo in effetti ma nemmeno tanto: alcuni professori hanno richieste particolari (e la matita morbida per sottolineare, e quella dura per il disegno tecnico, ecc.) inoltre sarà stata quasi sicuramente una ragazzina: tu non consideri il diario da decorare(!!),Don, che necessita dei giusti strumenti!! (e io avrei fatto follie per una penna...lilla a 10 anni, ma alla nostra 'epoca' ne giravano pochissime... cose per pochi fortunati; e queste penne colorate, per esempio, io le ho messe sempre dentro alla calza della befana per mia figlia, univo utile e dilettevole - e meno schifezze); ma sono d'accordissimo che in generale per tutta la cancelleria è uno spreco comprare troppo e tutto subito: è che a volte al primo anno di ogni ciclo scolastico ci si fa prendere la mano dall'ansia del 'e se non basta...' come se poi le cartolerie scomparissero, e quindi si compra sempre roba in più che non si fa a tempo a smaltire e così nel tempo si accumulano quaderni con righe di prima, quaderni con righe di terza, copertine colorate, ecc. ecc. E infatti sì, ti consiglio di comprare (e negli ultimi anni ho fatto anche io così) solo quello che ti verrà indicato dagli insegnanti e poi per le eccedenze fare come hai suggerito tu o mercatini vari fatti dai ragazzi.

don_chisciotte
don_chisciotte

Ebbene sì, brava Irene (Sherlock)! L'astuccio era di una bambina ed hai indovinato. Ed anch'io avevo pensato al collegamento con il diario da decorare ma volevo rendere la Buona Pratica più generica ed autoritaria senza nominarlo. Ma tu hai....smascherato tutto! A parte gli scherzi, grazie come sempre per il tuo supporto...ma il diario da decorare allora è figlio del consumismo?!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

... no, il diario da decorare rimane figlio dei sogni di quell'età, figlio del consumismo è il diario 'già decorato' (il diario di Tizio, di Caio, di Pinco e di Pallino...), ma mi fermo qui altrimenti divago troppo!!

don_chisciotte
don_chisciotte

Giusta precisazione! Grazie.

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.