10363570345 3c1536db97 z

zona etica bene pubblico buon senso cittadinanza attiva etica etico referendum risveglio sociale sensibilizzazione senso civico sociale società tradizione

sistrall sistrall 11 aprile 2016Che ci fa una buona pratica come questa su Contiamoci? Facile: niente cambia se nessuno cambia. That’s it.

Quindi: sia che tu abbia deciso di votare sì, sia che tu abbia deciso di votare no, la cosa che conta è votare ai referendum. Ti offrono un’occasione per far valere un tuo diritto e tu non la prendi al volo? Non esiste proprio!

La questione non riguarda solo il singolo referendum: ci sono voluti millenni di storia per arrivare al punto in cui siamo, al punto che chiunque può esprimere la sua preferenza. Non votare è sbagliato anche perché è stata dura arrivare fino a qui e non è stato gratis: non votare è una scelta di poco rispetto nei confronti dei tanti che si sono battuti per far avere a tutti un diritto in più.

E se sei indeciso? Informati, approfondisci e, se davvero non riesci a farti un’idea precisa (può capitare: il mondo è davvero un posto molto complicato), vota comunque, diciamo così, per approssimazione. Sarà, in ogni caso, meglio dell’inerzia.


Photo credit: kevin dooley via Visualhunt / CC BY

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

valeriafranco
valeriafranco

Ho riflettuto su una cosa, di recente. Molte grandi conquiste e leggi iportanti in Italia sono state conquistate negli anni 70 "a colpi di referendum", come dice qualcuno, come i temi caldi del divorzio e dell'aborto. Io non ho vissuto quei tempi di persona, ma ho in mente foto e video di cortei, proteste e manifestazioni di quegli anni che mostravano un grande interesse per quei temi di attualità. Che differenza c'era tra ieri e oggi? Disinteresse? Disaffezione alla vita politica? C'è anche qualcos'altro. All'epoca si facevano referendum per modificare leggi vecchie, anacronistiche, fatte in altri tempi e non più adatte alla contemporaneità. Oggi si fanno referendum per abrogare leggi nuove, come la legge di stabilità, in questo ultimo caso, ma anche nel caso dell'acqua bene comune qualche anno fa. Sembra che oggi i referendum siano "difensivi", cioè cercano di difendere lo status quo dagli attacchi e da un potenziale peggioramento della situazione contemporanea, mentre una volta servivano a conquistare nuove frontiere.

spring2013
spring2013

A urne chiuse, e con una gran tristezza per un paese che ha smesso di pensare, ma vota volentieri ai talent show o con la cartolina del centro commerciale per vincere il premione regalone, mi unisco al coro dei votanti (ho votato sì). Ho bisogno di condividere con persone che forse parlano la mia lingua, lo sconcerto che mi ha preso da ieri, quando una collega insegnante di DIRITTO (!) neo-immessa in ruolo, mi ha detto che non sarebbe andata a votare "perché tanto tutti stanno boicottando". Ricordo le parole "insegnante" e soprattutto "di Diritto". La stessa persona (carina, gentile, disponibile, per carità!), mi ha chiesto due volte se ero già andata a messa e se avevo intenzione di andarci. Ognuno tragga le sue riflessioni e conclusioni, io mi sento sempre più lontana dalla maggioranza, e non vedo l'ora che parta il primo volo umano per Marte!!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

... prenota anche per me Spring , grazie!! ;)

don_chisciotte
don_chisciotte

Io (anche qui) ragionerei al contrario e cioè spedirei su Marte il 68% degli aventi diritto al voto che non si è presentato alle urne...

silvana_francesca
silvana_francesca

Ho ascoltato un signore (di cui purtroppo non ricordo il nome) che ha detto che dovrebbe essere eliminato il quorum. Aveva ragione. Le persone che non hanno votato dimostrano disinteresse per l’argomento del referendum (oltre che per gli altri e per se stessi), quindi dovrebbe vincere la maggioranza che, in questo caso, ha detto SI e chi è andato “al mare” dovrebbe star zitto e adeguarsi alla maggioranza. Non so se ho espresso bene il mio concetto, ma queste cose mi fanno inca… pardon, arrabbiare

don_chisciotte
don_chisciotte

Se abolissero il quorum (davvero bisognerebbe farlo anche se la "democrazia" dice che vince la maggioranza, ma solo se va a votare il 50% degli aventi diritto) stai certa che non ci sarebbe una astensione cosi grande. Infatti, in questo caso del referendum trivelle, coloro che si sono astenuti consapevolmente per paura di perdere (cioe' i sostenitori del NO) sarebbero andati votare e certamente la partecipazione sarebbe stata più alta (mentre gli indifferenti sarebbero andati comunque al mare...).

bebabi34
bebabi34

vedremo col confermativo a ottobre.

bebabi34
bebabi34

c'è nessuno che studia (seriamente) diritto e che possa ragguagliarci sulle motivazioni dell'inserimento del quorum in costituzione? sicuramente, come ogni altro aspetto, è stato il frutto di un dibattito ragionato. sarebbe molto utile conoscerne i contenuti, per verificare (credo) quanto siano ormai anacronistici.

silvana_francesca
silvana_francesca

Io purtroppo ho solo la terza media e non ho studiato diritto. Quello che dico è solo frutto di un mio ragionamento e di un mio senso etico. Cose che in fondo fanno decidere se andare a votare e cosa votare ai referendum

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Mi è arrivata proprio oggi la richiesta di aderire a questa petizione per abolire, appunto, il quorum: change.org (solo ricevo e riporto, visto che se ne è parlato, chi non è d'accordo non se la prenda con me, per favore).

spring2013
spring2013

In effetti, è un'eventualità che non ho mai valutato... troppo spesso parto dal concetto di essere io quella sbagliata!! ma come li convinco i 68% a lasciarci? intanto prenoto per me e irene70: farei un'astronave da 50 posti, chi è interessato si faccia avanti:)

bebabi34
bebabi34

sul primo volo per marte ci saranno sicuramente un prete e un giornalista televisivo. te lo sconsiglio.

bebabi34
bebabi34

andare a votare no ad un referendum ABROGATIVO non ha senso e denota ignoranza dei meccanismi legislativi (se non della semplice matematica). discorso ben diverso per le altre consultazioni elettorali, compreso il referendum CONFERMATIVO, cui è sempre auspicabile che tutti abbiano desiderio di partecipare per esprimere il proprio parere.

silvana_francesca
silvana_francesca

Dirò di più: non votare chi ti dice di non andare a votare!

don_chisciotte
don_chisciotte

Brava silvana_francesca! Sono d'accordo con te. Sostenere l'astensione da un referendum e' veramente da politicanti conigli. Oltretutto, considerando che l'organizzazione di un referendum, rappresenta un costo importante per i contribuenti, e' davvero un'offesa per la colletivita'. E' come dire:"Abbiamo speso qualche milione di euro dei vostri soldi per organizzare il referendum. Ora pero' non andate a votare." Quindi non solo andiamo a votare al referendum ma ricordiamoci chi sono questi politici che sostengono l'astensione e mettiamoci una X sopra, ma non per votarli alle prossime elezioni, bensi' per cancellarli per sempre dalle nostre preferenze!

bebabi34
bebabi34

limitatamente ai referendum ABROGATIVI, non andare a votare ha senso. è l'unica alternativa sensata al votare sì. la ragione è proprio l'esistenza del quorum, questo sì privo di senso.

valeriafranco
valeriafranco

Grazie che hai ricordato chi si è battuto per darci questo diritto! A maggior ragione non devono darlo per scontato le donne, che l'hanno ottenuto molto più tardi e con gran sacrificio!

gretagolia_granitas
gretagolia_granitas

L'appello di Milena Gabanelli: informatevi e andate a votare. facebook.com "Informatevi bene e poi andate a votare, quel che volete ma andateci. Altrimenti si indebolisce uno strumento che consente ai cittadini di dire cosa vogliono e cosa no. Un popolo evoluto, interpellato, risponde".

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.