Spegnere il motore al passaggio a livello chiuso


Passaggio a livello

auto zona etica aria condizionata benzina caldo carburante combustibili freddo gas di scarico gasolio inquinamento inquinamento acustico inquinamento atmosferico passaggio a livello riscaldamento treno

don_chisciotte don_chisciotte 19 febbraio 2015 — E' una Buona Pratica specifica che purtroppo ancora troppe persone non prendono in considerazione per questi quattro motivi principali:

non ci pensano;

conoscono il passaggio a livello e sanno che di solito rimane chiuso solo per pochi minuti (non c'entra nulla, anche se solo per pochi minuti il motore va spento!);

fa freddo e si vuole continuare a godere del riscaldamento dell'abitacolo (basta!);

fa caldo e si vuole continuare a godere dell'aria condizionata dell'abitacolo (basta!);

Tutto quanto sopra senza pensare che ai bordi della strada ci sono case dove abitano delle persone che sono cosi' disturbate dai rumori dei motori accesi e avvelenate dai gas di scarico.

Limitiamo l'inquinamento e spegniamo sempre il motore quando non serve. E questo e' uno dei casi in cui farlo. E ovviamente c'e' anche il risparmio energetico.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

don_chisciotte
don_chisciotte

Una piccola sfumatura ma pur sempre importante: non sarebbe corretto riaccendere il motore immediatamente quando si riaprono le sbarre del passaggio a livello, soprattutto quando ci troviamo a parecchia distanza dalle stesse. Bisognerebbe attendere che la colonna in movimento giunga nel punto dove ci troviamo noi e quindi procedere con l'accensione. Ho notato invece che la maggior parte delle persone riaccende il motore alla riapertura delle sbarre, anche se poi si metteranno in movimento dopo un minuto e oltre. Questo ovviamente vale anche per tutti gli altri motivi per i quali ci si dovesse trovare fermi in una coda che presuppone lo spegnimento del motore (incidente, manifestazione, gara ciclistica, etc)

don_chisciotte
don_chisciotte

I furgoni blindati delle societa' che si occupano del ritiro di contanti (nei centri commerciali, supermercati, etc) sembra che non possano spegnere i motori durante la sosta. Oggi ha parcheggiato vicino a me uno di questi furgoni della ditta Mondialpol ed e' rimasto in sosta per circa 20 minuti con il motore acceso, ovviamente affumicandomi. L'addetto al ritiro del contante ha approfittato della sosta anche per la toilette mentre l'autista che era rimasta dentro mi ha gentilmente detto, dispiaciuta, che le procedure di sicurezza non consentono di spegenere i motori. Pertanto deduco che anche ai passaggi a livello questi furgoni sostino con il motore sempre accesso. Probabilmente queste ditte sono in possesso di permessi speciali per attuare questi comportamenti irrispettosi del prossimo e totalmente antiecologici, perche' esiste un decreto legge che vieta di tenere il motore acceso durante la sosta prolungate. Avranno questo permesso o semplicemente ignorano la normativa? Per questo ho scritto alla ditta Mondialpol per delucidazioni. Da questo fatto ho preso spunto per l'ennesima riflessione che porta ad una conclusione gia' fatta altre volte e cioe' che quando ci sono i profitti di mezzo e quindi i soldi (ed in questo caso i contanti!!!) le tematiche ambientali passano automaticamente in secondo piano e seguendo questa logica purtroppo non avremo mai un mondo pulito, in tutti i sensi. Morale: con i contanti in sicurezza possiamo vivere tranquillamente e affumicati!

don_chisciotte
don_chisciotte

Per completezza di informazioni, relativamente al mio commento precedente sopraesposto, segnalo che la ditta Mondialpol non ha mai risposto alla mia mail. Il messaggio è stato regolarmente ricevuto in quanto inviato tramite il loro sito internet con relativa conferma di ricezione e la loro promessa di risposta entro breve termine non è stata mantenuta. Oggi ho scritto nuovamente che, se non daranno giustificazioni entro le prossime 48 ore, provvederò mio malgrado ad informare gli organi di stampa del fatto accaduto (in particolare le testate che si occupano della tutela dell'ambiente).

don_chisciotte
don_chisciotte

A proposito di sanzioni che servono per far rispettare il codice della strada ma soprattutto per migliorare la tutela dell'ambiente, qualcuno di voi ha mai visto dei vigili appostati nei pressi dei passaggi a livello per sanzionare gli automobilisti che non spengono il motore? A me in 25 anni di patente non e' mai capitato. Perche' invece di mettersi lungo le strade per fermare la auto a campione per il normale controllo di patente, libretto e aasicurazione non si mettono a fare questo tipo di controlli piu' efficaci e con certezza della sanzione? Avete qualche amico vigile a cui potete chiedere quanto sopra? Grazie.

bebabi34
bebabi34

ricordo che da circa 60 anni ogni auto è dotata di dispositivo "start & stop" di serie!! si chiama chiavino d'accensione. se però vi rendete conto di doverlo utilizzare troppo e vi viene il tunnel carpale, allora l'auto non è il mezzo di trasporto giusto per il vostro tragitto.

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Questa è una buona pratica decisamente irrinunciabile, bravo Don! Anzi è talmente "di base" per chi vuole limitare l'inquinamento che è curioso che sia stata nominata solo adesso: chissà quante altre buone pratiche fondamentali ci sono e ancora non ci sono venute in mente! Tutti a pensare!!

don_chisciotte
don_chisciotte

La Buona Pratica successiva sarebbe, una volta che abbiamo spento il motore ma qualcuno davanti o dietro a noi invece no, andare a dirgli di farlo anche lui. Questa azione pero' e' un po' rischiosa perche' quando alla persone viene chiesta una cortesia ma allo stesso tempo si manifesta una loro mancanza di sensibilita' nei confronti dell'ambiente, la prendono male e si adirano. E siccome non sappiamo mai chi e' lo/la sconosciuta, diventa un po' complicato. Secondo me se e' una donna che chiede ad un uomo e' piu' facile, ma in tutti gli altri casi (uomo a uomo / donna a donna / uomo a donna) e' piu' difficile. Io ogni tanto ci ho provato, ma solo per quelli che erano dietro di me ed e' andata bene. Pero' ho trovato un piccolo stratagemma, nel senso che scendo dall'auto fingendo di andare a prendere qualcosa nel bagagliaio e dopo una ventina di secondi che sono li a rovistare per niente, mi giro verso l'auto e faccio il segno della chiave di accensione in maniera gentile e di solito capiscono. Per chi invece e' davanti a me, non ho ancora trovato un sistema (...se a qualcuno viene in mente). Cioe', non dobbiamo precipitarci appositamente da loro per chiedere di spegnere il motore ma si deve far credere di uscire dall'auto per un altro motivo e poi si chiede la cortesia. Sembra un risvolto psicologico di poco conto ed invece e' fondamentale per il risultato ed anche per evitare...risse!

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.