spiritualità zona etica ecologia della mente onestà responsabilità

evergreen evergreen 11 aprile 2015 — Io ho imparato a pensare: "non è roba mia". Perciò rispetto tutto , e tutti. Mi impegno anzi a curare le cose e le persone che mi sono state affidate. Sì, affidate. Perciò non sono mie.

Impariamo a pensare " non è roba mia". Perché chi si crede proprietario, padrone, si sente il diritto di farne tutto ciò che vuole, tanto è roba sua. Se invece impariamo a ragionare da " amministratori" di qualcosa e/o di qualcuno, impareremo a rispettare e a rispettarci a vicenda.

Io non mi sento "padrone", ma "amministratore" di tutto ciò che esiste e che dunque mi è stato AFFIDATO. Impariamo a prenderci cura gli uni degli altri, e tutti rispettiamo almeno ciò che non è nostro (cioè TUTTO):

perché nulla ci appartiene, tutto ci è stato donato, tutto è stato messo nelle nostre mani, tutto dobbiamo rendere , di tutto dobbiamo rendere conto. Anche della vita che ci è stata affidata. Sì, perché nessuno può dire "la vita è mia e ne faccio quello che voglio", anche perché poi la deve restituire. Con gli interessi.

Perciò: siamo amministratori , NON padroni.

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

vienna
vienna

..stupenda maniera di pensare e di comportarsi, condivido e cito queste parole che si allineano: ''abbiamo ricevuto questa terra in prestito dai nostri antenati (nonni, genitori,..) e la dovremo restituire ai nostri figli e nipoti, possibilmente in condizioni migliori''

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.