Chilometraggio

auto buon senso economia inquinamento olio risparmio tagliando

don_chisciotte don_chisciotte 31 dicembre 2013 — Avete notato che negli ultimi anni le case automobilistiche ci ricordano che dobbiamo andare a fare il tagliando dell'auto? Hanno inseirito una spia sul cruscotto, si accende la chiave inglese e ti avvisa che devi andare dal meccanico. Noi quando vediamo la chiave inglese accesa non guidiamo tranquilli ed andiamo subito a cambiare olio/filtri etc....Una volta era ogni 30.000 km poi 20.000 km etc Io non mi faccio influenzare dalla luce spia sul cruscotto, se l'olio c'é ancora e so di avere guidato senza esagerare probabilmente avrà una durata maggiore. Sono riuscito a fare anche 10.000 km in più rispetto a quanto indicato dalla casa automobilistica e quando sono andato a cambiare l'olio il mio meccanico non si è accorto di nulla....come mai? Siate voi a decidere quando è il momento di fare il tagliando (controllate il livello dell'olio e generalmente sappiate che ogni 2 anni bisognerebbe cambiarlo ma in quanto a chilometri percorsi è tutto molto soggettivo, dipende dall'uso che si fa dell'automobile), Io in questo modo ho risparmiato diversi soldini, l'autovettura che uso per lavorare (una renault twingo) ha già 260.000 km....pensate a quanto ho risparmiato in tagliandi ed ho anche inquinato meno cambiando l'olio solo quando necessario. ciao!

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

andricci63 - disiscritto
andricci63 - disiscritto

Io percorro con la mia Citroen diesel tra 40mila e 50mila km l'anno. E faccio un tagliando l'anno. Preciso pero' che in ogni tagliando cambio olio, filtro e chiedo solo olio totalmente sintetico. E che uso solo gasolio additivato da sempre (tipo Erg Excellium). La mia auto ha 14 anni e oltre 700mila km.

don_chisciotte
don_chisciotte

Ho fatto il tagliando all'autovettura che uso per lavoro dopo 40.000 km anziché dopo i 20.000 km, come richiesto specificatamente dalla casa costruttrice (quindi ho percorso il doppio dei chilometri rispetto a quanto previsto nel libretto di manutenzione del veicolo). Nessuno si è accorto di nulla: ne' l'autovettura, che ha proceduto sempre regolarmente, ne' il meccanico che ha sostituito l'olio. L'autovettura ha attualmente 362.000 km. La spia del cruscotto con il simbolo della chiave inglese e' rimasta accesa per 20.000 km, per avvisarmi che dovevo cambiare l'olio. Speravo si fulminasse, ma così non è stato. Però, ora che finalmente si è spenta devo dire che...un po' mi manca, dato che mi ha fatto compagnia per tantissimo tempo!

thekowl
thekowl

Sempre Fatto con la mia passat ho azzerato 3 volte la chiave inglese prima di cambiarmi solo l'olio da solo, ho comprato una pompetta aspira olio che si inserisce nel tubicino per controllare il livello aspira tutto l'olio e poi dentro 4 litri di castrol sintetico comprato al eurobrxxx in offerta a 9,99 euro /l le xxx sono per non fare pubbicità . Il filtro lo cambiero' la prossima volta forse. Con la macchina precedente ho fatto 300mila kilometri e cambiato l'olio una volta si ed una volta no l'ho cambiata perche' sono stato costretto fiscalmente era grossa di cilindrata

Utente disiscritto
Utente disiscritto

Le auto più nuove calcolano la scadenza del tagliando in base allo stile di guida. Ad esempio, io ho un diesel Euro5 e guidando sempre su percorsi abbastanza lunghi ho il prossimo tagliando a quasi 80k (anzichè a 60k). Questo perché il motore rende meglio, consuma e si usura meno da caldo. Viceversa se guidate su percorsi brevi avrete più usura e necessità di una manutenzione più frequente. Ricordatevi comunque che qualunque macchina ha bisogno della giusta manutenzione, specialmente le auto più nuove, che per inquinare meno hanno motori più "tirati".

walter
walter

Mah... sono un po' perplesso dall'allungare i tempi dei tagliandi di manutenzione. Sono tempi "contrattuali" e non rispettarli può comportare annullamento della garanzia (nei primi anni) e ipotesi di non adeguata manutenzione negli anni successivi. Ciò significa che se si rompe qualcosa e fai danno o lesioni a qualcuno l'assicurazione potrebbe non pagare. Comunque gli intervalli di manutenzione si stanno allungando negli ultimi decenni, grazie alle lavorazioni meccaniche e autodiagnostiche sempre più precise.
Auguri, Walter

don_chisciotte
don_chisciotte

Ciao Walter, grazie per la tua risposta ed auguri anche a te. Vedi io non la penso come te perchè con la tua risposta mi hai confermato i timori che tutti noi abbiamo a che derivano da ciò che ci impone la società moderna. La mia non è una questione di risparmio (quello viene di conseguenza) ma di libertà. Fermo restando che l'autovettura con 260.000 km è ben fuori dalla garanzia. mi risulta che la compagnia assicurativa non risponde solo se il veicolo non è revisionato e non se hai allungato il tagliando. Il mio discorso considerava un allungamento del tagliando ragionevole (non dico mica di girare senza i freni....). Quanto alle revisioni degli autoveicoli anche li ci sarebbe da ridire. Una revisione ogni due anni (dopo i primi cinque)....se le autovetture sono cosi efficenti come dici tu che senso ha fare le revisioni cosi spesso? Serve solo a spillarci dei soldini. Il mio meccanico mi ha confermato che su 100 auto revisionate forse 2 o 3 non passano perchè sopra la soglia di inquinamento o perchè frenano poco......risolviamo cosi il problema dell'inquinamento e della sicurezza? L'obbligo della revisione avrebbe senso se almeno un veicolo su due non è in regola, sistemando il 50% del parco macchine.....io ho anche un maggiolino del 1965 e la revisione l'ha sempre passata e mi hanno solo fregato dei soldini obbligandomi ogni due anni a fare la "visitina". Per concludere e per esprimerti nuovamente il mio concetto di libertà (in una società che ci fa credere liberi quando in realtà non lo siamo) spesso esco di casa senza il cellullare (soprattutto alla sera) ed i miei amici mi dicono: "ma sei matto? e se ti succede qualcosa? a te ed alla tua famiglia, come fai a chiedere aiuto o a farti rintracciare etc etc?" La risposta è semplice: "ma cosa mai mi dovrebbe succedere? Siete voi che mi portate iella perchè in tutti questi anni non mi è mai accaduto nulla! E se mi succede qualcosa troverò pur qualcuno disposto ad aiutarmi o siamo diventati tutti cosi egoisti che pensiamo solo a noi stessi?. E se mi devono avvisare che un mio familiare è morto.....beh....ormai è morto!" Siamo noi che viviamo timorati perchè la società ci vuole soli e deboli per affibiarci tecnologie ed assicurazioni che ci facciano stare sereni cosi se ci accade qualcosa pensiamo di essere in una botte di ferro ma,,,, non va proprio così come sembra. Assicurati e collegati con il mondo grazie alla tecnologia ma in realtà soli e deboli così è come la vedo io. I concetti espressi sono da considerarsi generali e non riferiti alla tua persona in particolare. Ciao e grazie per l'attenzione.

fturco - disiscritto
fturco - disiscritto

Oddio non so quanto possa essere importante l'olio evitato rispetto alle tonnellate di diossido di carbonio emesso percorrendo 260000 chilometri... Il mio non vuole essere un giudizio nei tuoi confronti, ma solo un'osservazione.

don_chisciotte
don_chisciotte

certo la tua è una buona osservazione, se potessi evitare l'uso dell'automobile per lavorare sarebbe perfetto ma intanto cerchiamo di non farci fregare dalla case automobilistiche che ci mettono paura con le "spie sul cruscotto".....la mia auto privata (l'altra è aziendale) è un maggiolino '65, consuma un pò di più delle auto moderne ma di spie sul cruscotto non ne ha e guarda caso non si guasta mai......ed ha quasi 50 anni ciao!!!

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.