Altalena %28508x640%29

spiritualità zona etica consapevolezza cristianesimo laicità libertà religione sbattezzo scelta

valeriafranco valeriafranco 03 agosto 2015 — Esiste la possibilità di richiedere ufficialmente di non essere più considerati parte della Chiesa Cattolica o di qualsiasi altra organizzazione religiosa. E' semplice e non costa nulla. Ritengo che tutti dovrebbero esserne informati. Perchè? Non certo per vendetta o ripicca! Esistono molti motivi, ma quello che personalmente mi ha spinto a farlo è stato comprendere che il battesimo non è un semplice ed innocente rito, ma una vera e propria iscrizione ad un'organizzazione religiosa. Il che implica che se gli esponenti della Chiesa esprimono una qualsiasi opinione, ad esempio che gli omosessuali siano dei peccatori o dei malati, lo fanno anche a nome vostro nel caso siate stati battezzati. Altri motivi possono essere "per non essere considerati, dalla stessa legge italiana, «sudditi» delle gerarchie ecclesiastiche" o "perché si fa parte di gruppi “maltrattati” dalla Chiesa cattolica: gay, donne, conviventi, ricercatori…", come si può leggere in questo articolo che vi consiglio caldamente di leggere e nel quale troverete tutte le informazioni su come effettuare voi stessi lo sbattezzo: uaar.it

Comincia subito il tuo diario delle buone pratiche green.
Dai il Contami e migliora goccia a goccia le tue abitudini.

Lascia un commento

Che cose ne pensi?
Accedi o iscriviti per commentare.

francescomarchetto
francescomarchetto

Sono d'accordo con valeriafranco e ribadisco che non sbattezzarsi è come avere la tessera di un partito. Terreste la tessera, per esempio, di Forza Nuova se poi alle elezioni votate Rifondazione?! Poi ognuno è libero di fare quello che crede, solo non ha molto senso! Moltissimi pensano che il battesimo se non ci credono non sia valido, ma vi assicuro che, anche a livello giuridico, non è così! Ricordiamoci che viviamo in un paese nel quale vige ancora il Concordato del 1929!

don_chisciotte
don_chisciotte

Grazie anche a te francescomarchetto per la partecipazione a questa discussione. Visto che sei un nuovo iscritto su Contiamoci mi auguro che la tua adesione non sia avvenuta esclusivamente per dare supporto a questa Buona Pratica. Cioe' non vorrei che tu e Valeriafranco siate amici/fidanzati/marito e moglie e che tu sia iscritto solamente per dare manforte e sostenere la questione (se il tuo commento aggiuntivo lo avesse scritto Valeriafranco non avrebbe avuto lo stesso peso, giusto?). Perche' non e' proprio cosi' che funziona Contiamoci (in questo caso sarebbe forse bastata la sola Buona Pratica di Valeriafranco...). Comunque posso anche sbagliarmi (ma non credo) e vi segnalo che abbiamo bisogno di utenti attivi su vari fronti, che cioe' mettano in atto molte delle Buone Pratiche a tutela dell'ambiente, operando con correttezza e trasparenza sul social network. Grazie.

francescomarchetto
francescomarchetto

Che polemico....

don_chisciotte
don_chisciotte

Ciao Francesco, mi spiace molto leggere la tua risposta. Non sono polemico, ma ho semplicemente rilevato un'anomalia e l'ho segnalata alla comunita'. Frequento Contiamoci da circa due anni e ne conosco abbastanza bene le dinamiche. Un utente neoiscritto difficilmente dà il suo primo "contami" e sostiene con un commento accorato una Buona Pratica così particolare come questa (tra l'altro inserita poche ore prima). Non mi ritengo per niente un genio ma probabilmente, vista la tua risposta (questa si un po' polemica...), ci ho azzeccato in pieno. Tu sei certamente libero di esprimere le tue opinioni come tutti, ma volevo semplicemente farti notare che, se ti sei iscritto solamente per sostenere l'idea della tua amica/fidanzata/moglie e non per mettere in atto le Buone Pratiche di Contiamoci che vorrai condividere, allora non hai fatto una cosa giusta, secondo il mio modesto parere. Io spero che possiate continuare a frequentare Contiamoci con maggior "rispetto" degli utenti che fanno parte della comunità (e se questa volta sono stato un po' polemico, prego tutti gli utenti, te compreso, di scusarmi). La parola "rispetto" è tra virgolette perchè non avete offeso nessuno, ma avete semplicemente messo in atto una tattica di rafforzamento che è poco carina nei confronti degli altri utenti che partecipavano alla discussione (il tuo commento cioè, lo poteva fare tranquillamente Valeria).

don_chisciotte
don_chisciotte

Ciao Valeriafranco, ho letto questa tua Buona Pratica ma sinceramente mi sono chiesto cosa abbia a che vedere con le tematiche ecologiche di Contiamoci, che promuove azioni pratiche ed etiche relative a tutela dell'ambiente e del prossimo (solidarieta', rispetto, etc). Non mi sembra che si sia mai parlato su Contiamoci di tematiche religiose, che probabilmente, a mio modesto parere, sono adatte ad altri social network. Quindi non sto criticando la tua posizione ma mi sto solamente chiedendomi:"perche' proprio qui su Contiamoci?". Noi parliamo spesso di liberta' ma intesa come affrancamento dalla societa' dei consumi, che genera schiavitu' vere e proprie e schiavitu' mentali oltre che inquinamento. Pero' se riesci a darmi una motivazione di tipo ecologico relativa a questa tua Buona Pratica la accogliero' volentieri e ci riflettero' sicuramente. Grazie.

yliharma
yliharma

Idem :)

darkcrow
darkcrow

Concordo anche perché penso che non serva un gesto simile per sentirsi liberi da una religione... e comunque sono poche le religioni che prevedono il battesimo....

valeriafranco
valeriafranco

Certamente una persona può sentirsi mentalmente libera dalla religione, ma, come ho scritto nel mio post, tecnicamente sei ufficialmente parte della Chiesa Cattolica Apostolica Romana con tutto ciò che comporta. La cosa importante è rendersene conto e poter scegliere coscientemente.

frabarenghi
frabarenghi

mah... secondo me se abbiamo discusso di ecologia del pensiero, della cultura e della società a proposito dei nostri idoli che si vendono al mondo della pubblicità o di stare di più nel verde o di vivere con lentezza, non vedo perché non possa essere una bp anche questa... pulizia del pensiero e dei registri ecclesiastici; quello che vedo in comune con altre bp è una certa "pulizia interiore", nel senso della congruenza con sé stessi

don_chisciotte
don_chisciotte

Ok Fra' ci puo' stare quello che dici ma non e' che a forza di pulirci dentro rimaniamo vuoti di ideologie? Qualcosa deve pure rimanerci, no? Poche cose ma buone. Certo che anche la religione puo' condizionarci, cosi come puo' condizionarci il capitalismo o altre forme di oppressione inconsapevoli. Io prenderei cio' che di buono c'e' in ogni religione (che poi i valori fondamentali piu' o meno sono sempre gli stessi in tutte le religioni, a dirla con un po' di leggerezza) e lascerei stare gli estremismi e le etichette. Il fatto che da bambino sia stato battezzato, e poi abbia fatto la comunione e la cresima non significa che io segua i "diktat" del cristianesimo alla lettera come un robot privo di senso critico. Qui invece sembra che se non mi sbattezzo resto inevitabilmente ancorato a tutti quei principi, giusti o sbagliati che siano, o che addirittura sostenga inconsapevolmente azioni della chiesa cattolica che non condivido, ma non e' per niente cosi' (...almeno per me). Tanto per chiuderla con un esempio (magari scemo) io quest'anno nella dichiarazione dei redditi ho sostenuto la chiesa induista, pur essendo stato battezzato in una chiesa cattolica e non mi sono sentito incongruente per questo motivo...o forse avrei dovuto?

valeriafranco
valeriafranco

Ti rispondo volentieri. Per prima cosa credo che la buona pratica non stia tanto nello sbattezzo in sè ma nell'informare le persone che questa possibilità esiste e quali sono le reali implicazioni del battesimo. Ogni volta che ne parlo le persone rimangono colpite perchè non ne avevano idea. Solo dalla conoscenza nasce la libertà. Per quanto riguarda "perchè su Contiamoci", riaffermerei il concetto che proponi tu di "affrancarsi da schavitù mentali" (che dire di altri temi proposti come "ringraziare" o "abbracciare gli alberi? Anch'essi si svolgono sul piano simbolico). Tieni anche conto che la chiesa e la religione hanno, al di là del significato simbolico, un impatto molto pratico e concreto sulla vita delle persone, che può portare l'esclusione di gruppi sociali da parte di altri, in barba alla solidarietà. Pensa al rifiuto da parte di alcuni genitori di accettare l'omosessualità dei propri figli. Io stessa quand'ero convivente ho subito disagi e pressioni da parte della mia famiglia cattolica. Questi effetti sono molto più evidenti per chi vive in paesi piccoli e tradizionalisti. Per chi vive in una grande città possono forse sembrare temi lontani dalla realtà, ma ti assicuro che sono invece parte della quotidianità di molte persone.

don_chisciotte
don_chisciotte

Ti ringrazio per la risposta. Ciao!

donnatetra
donnatetra

ciao valeriafranco! capisco la tua posizione ma secondo te se ti fossi sbattezzata prima la tua famiglia cattolica avrebbe fatto meno pressione? se io che sono stata battezzata e che per mia scelta non ho battezzato i miei figli in quanto non credo nella chiesa e nei vari dicktat (se vorranno decideranno loro) sono incongruente? e se i miei figli sono omosessuali il fatto che io sia stata battezza comunionata e pure cresimata cambierà il mio pensiero sul fatto che loro sono liberi di essere quello che sono? lo sbattezzarsi non da forse ancora più potere a questi rituali in quanto li riconosce come reali? io non penso che lo siano e se qualcuno ha deciso di inserirmi in un gruppo solo perché da bambina (quindi incapace giuridicamente) ho eseguito questi rituali non penso che abbia alcun valore!

irene70 - disiscritto
irene70 - disiscritto

Comunque molto interessante questa discussione e quindi senza dubbio ringrazio Valeria (anche perché la comunità si è "rianimata"!!); personalmente sono battezzata e tutto il resto, ma ora ho un'idea particolare della spiritualità che nulla ha a che vedere con le regole dettate dagli uomini (di qualsiasi religione) e le religioni, sempre per me, le vedo molto più tendenti a dividere che a unire, però penso anche io che lo sbattezzarsi non sia che un rituale in più: io ora mi sento libera comunque, anche se non mi sbattezzerò mai e poi più che altro penso che se i miei genitori o nonni mi hanno battezzata forse loro ci credevano veramente e se loro sono ancora in vita non vorrei fare questa azione che a loro sicuramente darebbe un dispiacere perché sarebbe un rinnegare le loro scelte, quindi dato che a me non cambia la vita ma potrei fare qualcosa di spiacevole per loro opto per rimanere battezzata; poi si sa, l'ideale sarebbe scegliere da grandi ma già l'idea di "scegliere" una religione mi mette a disagio, meglio scegliere appunto i valori (e non i rituali che creano divisioni e barriere!) positivi che sono comuni a tante... ma è un discorso davvero aperto a mille sfaccettature. Ciao, grazie!

valeriafranco
valeriafranco

Mi ha fatto molto piacere vedere che questo tema abbia suscitato molto interesse, nonostante abbia l'impressione che talvolta il fulcro della questione non sia stato colto in pieno, e cioè che: primo, di fatto si viene GIURIDICAMENTE iscritti ad un'organizzazione, nonostante si sia bambini; e secondo, che cancellarsi è uno dei modi di lanciare il messaggio di volere un'Italia laica (sul serio - laica ovviamente non vuol dire né atea né amorale). E tutto questo non va a mettere in discussione il concetto di "rito", che è molto bello e storicamente valido per la maggior parte delle comunità umane. Invito tutti nuovamente a leggere il link che ho inserito nel post originale che approfondisce questa tematica molto bene.

silvana_francesca
silvana_francesca

Cara Irene, sono copletamente d'accordo con te

frabarenghi
frabarenghi

Anch'io sono felice del livello del dibattito e dei tanti spunti che, ancora una volta, ci dimostrano quanta sia la complessità delle cose. Decisamente l'integralismo non fa per noi ;-) Un grazie a tutti i punti di vista

Iscriviti con Facebook

Accedi con Facebook

Spunta la casella per accettare termini e condizioni.

Iscriviti con email e password

Accedi con email e password

Recupera la password

Se non ti ricordi la password inserisci il tuo indirizzo email. Riceverai un'email con un link per sceglierne una nuova.

{{ errors.first('authentication') }}
{{ errors.first('email') }}
Inserisci l'email
Hai inserito un email non valida
Inserisci una password
{{ errors.first('username') }}
Scegli un nome utente
Massimo 20 caratteri: maiuscole, minuscole, _ e numeri. No accenti, no spazi.
{{ errors.first('username:server') }}
Inserisci una password
{{ errors.first('password:server') }}
Ripeti la password per confermarla
Ripeti la password per confermarla
Spunta la casella per accettare termini e condizioni.
{{ errors.first('recaptcha') }}

Trattamento dati

Usando Contiamoci consenti ai titolari del sito di trattare i tuoi dati personali. Trovi tutti i dettagli nella privacy policy. Per comodità, riassumiamo così: tratteremo i tuoi dati con molta, molta cura, li useremo per far funzionare al meglio Contiamoci e non li rivenderemo nè li cederemo a nessuno.